Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Via Claudia Augusta, anche un francobollo la celebra

Via Claudia Augusta, anche un francobollo la celebra1-Augsburg_Museo_Romano_carro_con_le_botti.jpgMuseum_Entrance.jpg1-Augsburg_Museo_Romano_Augusto.jpg
2014 anno delle celebrazioni

E' uscito il francobollo speciale della Via Claudia Augusta. Si tratta certamente dell'evento più importante del Giubileo della Via Claudia Augusta che nel 2014 festeggia i suoi duemila anni di vita. La data coincide con i duemila anni dalla morte dell'imperatore Ottaviano Augusto che ne fu l'ideatore. L'emissione del francobollo da parte di Poste Italiane è stata decisa dal Ministero per lo Sviluppo economico che l'ha inserito nella serie dedicata al “Patrimonio artistico e culturale italiano” assieme al Ponte di Tiberio di Rimini.

Il francobollo, del valore di 70 centesimi, riporta un’immagine grafica raffigurante un ponte romano lungo quello che potrebbe essere stato un percorso dell'antica arteria imperiale che collegava il Po e l'Adriatico al Danubio attraverso le Alpi. Il ponte raffigurato si trova a Lamon, località in provincia di Belluno, e rappresenta una delle poche testimonianze rimaste della Via Claudia Augusta. Oltre al ponte, il francobollo riporta in basso il logo della Via Claudia Augusta e la scritta Italia. Gli appassionati filatelici possono acquistare il francobollo commemorativo e ottenere l'annullo speciale.

Recentemente è stato presentato anche uno specialissimo e inedito gemellaggio: con l’isola di Stromboli, frazione del Comune di Lipari. Lagundo è capitale - per tutto il 2014 - della Via Claudia Augusta. Dopo lunghi preparativi il 12 aprile scorso sono partiti i festeggiamenti per il Giubileo dei 2000 anni della antica Via romana. Duemila anni di storia lungo oltre 500 chilometri che il Comune di Lagundo, paese di cinquemila abitanti alle porte di Merano in Alto Adige, ha voluto celebrare con una serie di eventi e con l'emissione di un francobollo commemorativo.

La Banda musicale di Lagundo ha eseguito l'inno della Via Claudia Augusta, composto dal meranese Mike Frajria. E' stato anche inaugurato il Museo archeologico "Testa di ponte". Attraverso pannelli esplicativi e grafici il museo narra ai visitatori la storia dell'antica strada romana.Un bassorilievo in pietra raffigurante un carro con  una botte di vino e risalente all'epoca romana è uno dei pezzi pregiati della mostra che Lagundo propone  in occasione del Giubileo della Via Claudia Augusta. L'antica strada imperiale che collegava il Danubio al Po e all'Adriatico. Il Giubileo coincide con i duemila anni dalla morte dell'imperatore Ottaviano Augusto che ne fu l'ispiratore (la via venne costruita tra il 15 a.C. e il 47 d.C. dal figliastro Druso e dal nipote Claudio, da cui prese poi il nome).

Il prezioso bassorilievo viene dato in prestito al Comune di Lagundo dalla direzione del Museo romano di Augsburg, città della Baviera che nel 2015 celebrerà a sua volta i duemila anni di vita.
Augsburg ha messo a disposizione di Lagundo anche diversi altri reperti di grande interesse storico, all'insegna di una collaborazione turistico-culturale destinata a proseguire negli anni. Lagundo, Augsburg e Roma sono uniti nelle celebrazioni.

Dai musei capitolini arriva  la maggior parte dei  reperti destinati alla mostra. Si tratta di oggetti che danno un'idea di quella che poteva essere la vita di tutti i giorni nell'antica Roma. Questi reperti, una volta terminata la mostra di Lagundo, prenderanno la via di Augsburg per andare ad arricchire le numerose e importanti iniziative cui la città bavarese intende dare vita per festeggiare in modo solenne i suoi duemila anni. 

La mostra sulla vita nell'antica Roma è solo uno dei tanti eventi-sicuramente il più importante dal punto di vista culturale- che il Comune di Lagundo intende organizzare per il 2014. C'è anche una birra dedicata alla Via Claudia Augusta, la Sixtus, che la Spezialbrauerei Forst di Lagundo propone in un'elegante confezione speciale in onore del Giubileo della Via Claudia Augusta.

Il Giubileo coincide con i duemila anni dalla morte di Ottaviano Augusto, che fu l'ideatore e il promotore di questa prima grande arteria transnazionale dell'Impero romano (la strada venne realizzata tra il 15 a C. e il  47 d. C. prima ad opera di Druso, figliastro di Ottaviano e quindi dell'imperatore Claudio da cui prese poi il nome).

Nella mostra fotografica "Via Claudia Augusta" di Gianni Bodini al Vereinshaus di Lagundo sono esposte le immagini scattate dal noto fotografo lungo l'intero percorso della Via Claudia Augusta, dal Danubio. Il fotografo ha voluto percorrere l'intera Via Claudia Augusta dal Danubio ad Altino scattando 38 spettacolari immagini. La mostra verrà ospitata in diversi centri lungo tutto l'asse.

Il prossimo appuntamento a Lagundo per il Giubileo è in agosto con una mostra archeologica intitolata “Via vita est”, che racconterà la storia della strada romana attraverso pannelli  trilingui (italiano, tedesco , inglese) . Altri eventi di carattere sportivo e ricreativo sono previsti nel corso dell'estate in alcune località lungo l'asse dell'antica Via Claudia Augusta.
Lagundo 2 maggio 2014



 

Viaggi

Viaggi

banner.jpg 185x190.gif colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg viaggio_2.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg