Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Salute

Re melograno

Re melogranomelograno3.jpgmarmellata_melograno_2.jpgmarmellata_melograno_1.jpg
Le sane ricette della salute

Fin dall'antichità questo particolare frutto  è stato simbolo di abbondanza e longevità e già da allora le sue molteplici proprietà terapeutiche erano ben note; oggi la medicina ufficiale non ha fatto altro che confermare tali proprietà. Vediamo quali. La sua virtù più importante è quella che riguarda la presenza di sostanze ad alta attività antitumorale come l'acido ellagico, i flavonoidi ed altre sostanze con proprietà antiossidanti che nel loro insieme collaborano in modo attivo nella cura di vari tumori ( prostata, pelle, seno, polmoni).

Pare che possa aiutare persino ad arginare il cammino del morbo di Alzheimer il succo di melagrana ha dimostrato di avere proprietà benefiche: l'assunzione giornaliera è in grado di erigere una barriera protettiva e di attaccare le proteine nocive; l'artrite stessa trova benefici nell'assunzione di succo d melograno, infatti, grazie a questo, viene inibito il processo degenerativo della cartilagine.

Il frutto del melograno è particolarmente ricco di sali minerali quali potassio, manganese, zinco, rame e fosforo; in quantità minore troviamo anche ferro, sodio e calcio. Abbondante anche la presenza di vitamine: A, B, C, E e K. Oltre all'acqua, che naturalmente rappresenta l'elemento principale, troviamo zuccheri, fibre e grassi. E questo è il periodo del melograno frutto ricco di sostanze benevole per l'organismo come per esempio i flavonoidi, gli antiossidanti, vari tipi di acidi, tra cui l'ellagico e il gallico, la quercitina e altri principi attivi molto benefici che gli hanno fatto meritare il nome di "frutto della medicina".

Il melograno ha inoltre proprietà vermifughe, molto utili contro il famoso verme solitario (Tenia solium), un parassita molto fastidioso dell'uomo. Grazie alla presenza di tannino (acido ellagico) il succo del melograno ha anche proprietà astringenti ed è quindi utile in caso di diarrea.

Secondo recenti studi l'assunzione protratta nel tempo del suo succo sarebbe in grado di proteggere il cuore dalla formazione di placche aterosclerotiche, non solo, anche i disturbi causati dalla menopausa ( depressione e ossa fragili) sembra traggono buoni benefici dall'assunzione di succo di melograno.

Come fare una buona marmellata? Non è facile ma nemmeno... difficile: ci vuole solo pazienza. Ovvero: sgranare il frutto, togliere eventuali pellicine bianche, a seconda del quantitativo dosare lo zucchero (in proporzione 1:1) e far macerarre almeno una notte. Il giorno dopo parte la cottura: 40 minuti di  bollitura. Le ricette ufficiali direbbero di frullare il tutto e rifare bollire per altri 40 minuti. Ma in questo modo le proprietà vitaminiche, in particolare la vitamina C rischiano di andar disperse.

Consigliamo quindi un metodo casalingo. Anzichè frullare passate la composta al passaverdura di acciaio per eliminare i semini dei granuli. Troverete qualche difficoltà perchè faranno resistenza, proseguite con piccoli quantitativi e tanta pazienza. Quindi aggiungete la pectina che trovate in commercio e in 3 minuti la vostra marmellata....è pronta. Anzi è una deliziosa e benefica confettura di melograno

Angela Pagani

Salute

Salute

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png banner_hotel.jpg