Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Amaci, amore per il Contemporaneo

Amaci, amore per il Contemporaneoisgro2.jpgMUSEION.jpgfellin4.jpg
La Giornata 2016

E' una preghiera per l'Europa, una commemorazione  e una sommessa denuncia l'immagine che AMACI ha scelto sabato 15 ottobre 2016 per la Dodicesima Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione organizzata ogni anno per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico. E ancora una volta è Emilio Idgrò ad aver avuto la geniale ideale di questa invasione di cancellature. La Preghiera per l’Europa Emilio Isgrò è una riflessione sulle divisioni, sulla necessità di recuperare dal profondo quel senso di inclusione, quella capacità di sentirsi uniti e fare fronte comune che permette di costruire, anziché distruggere, e di essere più forti di fronte alle difficoltà.

“Non vuole suggerire sgomento e paura; ma offrire, piuttosto, la possibilità di un confronto con chi, al di qua e al di là del Mediterraneo, chiede alla terra dei tre monoteismi di sovrapporre il suo “volto umano” alla maschera atroce di un mondo  troppo condizionato da guerre e da conflitti - sottolinea Emilio Isgrò - Nessuno può illudersi che l’arte, da sola, possa cambiare l’universo ma certamente tocca agli artisti e alle formiche, cioè alle creature più fragili, esprimere quella forza oscura capace di mutare la disperazione in speranza. Per questo l’arte deve essere libera da condizionamenti ideologici e mercantili: per riacquisire la credibilità perduta agli occhi di chi ne ha veramente bisogno".

Preghiera per l’Europa, mostra un’Europa cancellata che estende i suoi confini oltre a quelli dell’Unione Europea, abbracciando idealmente i paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Realizzata a marzo 2016, prima del referendum che ha sancito la scelta della Gran Bretagna di uscire dalla EU, l’immagine vuole essere una riflessione sulle divisioni – geografiche, politiche, culturali – che oggi più che mai alimentano sentimenti e spinte nazionaliste che la storia sperava di aver cancellato.

Anche per questa edizione la Giornata del Contemporaneo aprirà gratuitamente le porte dei 24 musei AMACI e di un migliaio di realtà in tutta Italia per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze. Un programma multiforme che di anno in anno ha saputo regalare al grande pubblico un’occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea, portando la manifestazione organizzata da AMACI a essere considerata l’appuntamento annuale che ufficialmente inaugura la stagione dell’arte in Italia.
Come per le ultime edizioni, la possibilità di aderire alla Giornata del Contemporaneo per gli enti interessati è offerta tramite questo sito internet: gli aderenti possono caricare autonomamente i propri dati e il programma delle manifestazioni promosse dopo essersi registrati al sito AMACI in qualità di “Aderente GDC”.

Per questa dodicesima edizione, i direttori dei 24 musei associati hanno chiamato a realizzare l'immagine guida Emilio Isgrò, proseguendo il progetto avviato nel 2006 di affidare a un artista italiano di fama internazionale la creazione dell’immagine guida della manifestazione. Isgrò succede a Michelangelo Pistoletto (2006), Maurizio Cattelan (2007), Paola Pivi (2008), Luigi Ontani (2009), Stefano Arienti (2010), Giulio Paolini (2011), Francesco Vezzoli (2012), Marzia Migliora (2013), Adrian Paci (2014) e Alfredo Pirri (2015).


< immagini repertorio Giornale SENTIRE



Merano Arte partecipa alla Giornata del Contemporaneo aprendo le proprie porte dalle 10.00 alle 18.00, chiunque potrà accedere gratuitamente al museo, per immergersi nell'articolato e multiforme mondo dell'arte contemporanea. Ad accogliere il visitatore sarà il progetto Figurazioni Tessili, realizzato in collaborazione con l'Università Mozarteum di Salisburgo, ospitato a Merano Arte e Palais Mamming Museum, e dedicato alla celebre costumista Frida Parmeggiani. Alle ore 11.00 è prevista una visita guidata alla mostra a cura della direttrice del progetto Ursula Schnitzer.

Il programma di  Museion, prende invece le mosse da un progetto Europeo, Museum as Toolbox, ed è dedicato interamente ai giovani. Museum as Toolbox vuole rendere i ragazzi, le loro idee e le loro visioni protagonisti, in un’ottica di collaborazione tra diverse realtà culturali europee: partecipano infatti al progetto oltre a Museion anche i musei di Zagabria, Tallin, Graz e Lodz.
 

Al Mart il programma si sviluppa al secondo piano del museo che, con il nuovo display allestitivo inaugurato lo scorso dicembre, è dedicato al contemporaneo con la mostra dedicata al grande scultore americano Robert Morris. Alla Galleria Civica di Trento opening della personale di Andrea Galvani tra gli artisti italiani della sua generazione più conosciuti in ambito internazionale. La mostra è la prima ampia retrospettiva europea che fa il punto sul lavoro dell’artista con particolare attenzione alla produzione degli ultimi dieci anni.

> Il programma della Giornata 2016
 

Arte e cultura

Arte e cultura

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif