Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Moena ricorda la Grande Guerra

Moena ricorda la Grande Guerraforte_san_pellegrino_15.jpgforte_san_pellegrino_14.jpgforte_san_pellegrino_18.jpg
Centenario

Ricordare gli eventi bellici che cento anni fa interessarono la regione dolomitica, ma anche i teatri del fronte orientale, in Galizia, Bucovina e Violina, dove i trentini a migliaia furono inviati nell’agosto 1914, per difendere il fronte orientale dell’Impero d’Austria e Ungheria del quale erano allora sudditi, ma soprattutto l’impatto che questi eventi produssero sulla popolazione, nelle valli trentine e in quelle ladine in particolare. Sono questi gli obiettivi che hanno mosso gli organizzatori della mostra “La Gran Vera”, allestita al Teatro Navalge di Moena.

Un percorso che porta dentro la storia, dentro il racconto della Grande Guerra, per far vivere l’esperienza quasi sensoriale delle vicende storiche anche attraverso il grande impatto visivo ed uditivo. Oggetto dell’esposizione è in primo luogo la collezione Simonetti-Fedespiel - Caimi, con oltre 20 uniformi d’epoca, cimeli, reperti, album fotografici ecc., per un totale di quasi mille pezzi, conservata presso il Museo Ladin de Fascia, arricchita per l’occasione da ulteriori reperti appartenenti a collezioni private. La mostra si articola in quattro sezioni in cui si alterneranno rispettivamente diorami altamente scenografici, vetrine tematiche, pannelli didascalici, foto d’epoca e gigantografie.

Si parte dalla Galizia rivissuta attraverso gli straordinari quadri dei pittori di guerra austriaci, i cosiddetti “Kriegsmaler”, ma la sezione presenta anche un excursus tematico sulla storia di quel teatro di battaglia, corredato da cartine ed immagini d’epoca commentate. Si passa poi al luogo simbolo della Grande Guerra, la trincea, interminabile budello di sofferenza nel quale ragazzi ladini, trentini e tedeschi di allora dovettero convivere. Accurate ricostruzioni di camminamenti, postazioni, grotte e diorami fanno rivivere l'atmosfera dell'epoca: bambini e adulti hanno la possibilità di toccare alcuni degli oggetti, indossare elmetti, ascoltare suoni e testimonianze.

Nella sala dedicata alla Grande Guerra sul fronte dolomitico sono esposte una ventina di uniformi d’epoca, sia di parte austriaca, sia di parte italiana, affiancate da vetrine tematiche con reperti del conflitto in montagna, pannelli illustrativi con le testimonianze dei combattenti, foto d’epoca e testi didascalici su eventi e situazioni del fronte e delle retrovie. Infine la grande balconata sul foyer del Teatro ospita la sezione dedicata all’orrore della guerra, così come appare dalle durissime immagini originali raccolte da Ernst Friedrich e pubblicate a Berlino 1924 nel libro “Guerra alla Guerra!”

Queste immagini nella loro crudezza insegnano che da un conflitto, pur spaventoso, si può apprendere il valore inestimabile della Pace.
agosto 2014








< le trincee sul Passo di San Pellegrino
(foto: c.perer - riproduzione riservata)

Viaggi

Viaggi

banner.jpg colore_rosso.jpg viaggio_2.jpg banner_gusti.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg