Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Armenity* alla Biennale di Venezia il padiglione della memoria armena

Armenity* alla Biennale di Venezia il padiglione della memoria armena11c._SARKISSIAN_Unexposed_2012_1.jpg1._AIVAZIAN_Hastay305m_Yas807305yorum_I_am_sick_but_I_am_alive_2014_1.jpg4._DER-MEGUERDITCHIAN_Treasures_installation_botellitas_2014_1.jpg
Arte transnazionale

Rafforzare la nozione di dislocamento e di territorio, di giustizia e di riconciliazione, di ethos e di resilienza. Parte da questi obiettivi il concept curatoriale di Armenity*, il padiglione che il Ministero della Cultura della Repubblica dell’Armenia  propone alla 56. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia coinvolgendo gli artisti della diaspora armena. La curatela è stata affidata a Adelina Cüberyan v. Fürstenberg della Fondazione Bullukian basata a Lione, partner di Armenity*.

Significativo il luogo: il padiglione è collocato al Monastero Mekhitarista dell’Isola di San Lazzaro degli Armeni. Situata tra San Marco e il Lido, di fronte ai Giardini della Biennale, l’isola è il luogo dove il monaco armeno Mekhitar nel 1717 stabilì la sede della Congregazione Mechitarista e dove, in seguito, Lord Byron studiò la lingua armena. L’emblematico monastero di San Lazzaro, con i suoi giardini, l’antica tipografia, il chiostro e la preziosa biblioteca di manoscritti, ha contribuito a preservare uno dei patrimoni più importanti della cultura armena, gran parte del quale altrimenti sarebbe andato perduto.  

Sono coinvolti gli artisti: Haig Aivazian, Libano; Nigol Bezjian, Siria/USA; Anna Boghiguian, Egitto/Canada; Hera Büyüktaşçıyan, Turchia; Silvina Der...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Arte e cultura

Arte e cultura

Isgr.jpg colore_rosso.jpg OS_5xmille_185x190.gif DECENNALE.jpg