Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Einstein: il suo Dio si chiamava Amore

Einstein: il suo Dio si chiamava Amoredida-new.jpgEinstein_giornale_sentire.jpgdida-new-001.jpgalbert_einstein_giornale_sentire.jpg
Lo scienziato credeva?

(E.Luzza) - «Non riesco a concepire un Dio che premi e castighi le sue creature o che sia dotato di una volontà simile alla nostra. E neppure riesco né voglio concepire un individuo che sopravviva alla propria morte fisica; lasciamo ai deboli di spirito, animati dal timore o da un assurdo egocentrismo, il conforto di simili pensieri. Sono appagato dal mistero dell'eternità della vita e dal barlume della meravigliosa struttura del mondo esistente, insieme al tentativo ostinato di comprendere una parte, sia pur minuscola, della Ragione che si manifesta nella Natura». Firmato Albert Einstein.

E'  complesso definire la sua religiosità. Benché di famiglia ebraica, Einstein non credeva negli aspetti strettamente religiosi dell'ebraismo ma considerava se stesso ebreo da un punto di vista culturale. Non si dichiarava ateo, ma rifiutava nel complesso l'idea di un Dio personale (ritenendola una forma di antropomorfismo) e della Bibbia - che per un Ebreo è così importante - aveva un'idea molto critica.
      
«Io non credo in un Dio personale, se qualcosa in me può essere chiamato religioso è la mia sconfinata ammirazione per la struttura del mondo che la scienza ha fin qui potuto rivelare. Io credo nel Dio di Spinoza che si rivela nella ordinaria armonia di ciò che esiste, non in un Dio che si preoccupa del fato...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg