Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Salute

Alzheimer, la pet-therapy col mulo aiuta

Alzheimer, la pet-therapy col mulo aiutadida-new1-001.jpgonoterapia-04.jpgimage.jpgasino_pet-therapy.jpg
demenze senili

Si chiama onoterapia e si avvale del mulo. L'asino - si è scoperto - ha un'ottima interazione con il malato di Alzheimer. La singolare proposta terapeutica senza farmaci e coadiuvata dalla vicinanza con l'animale che si sta portando avanti a Treviolo di Bergamo.

La Cooperativa “Namastè” segue i malati in una struttura di concezione familiare superprotetta e sicura, ma dove l'anziano vive libero e sperimenta una forma di terapia che si basa sulla relazione tra cose, odori, ricordi e persone.

Le operatrici Rosangela Crespolini e Stefania Becciu (rispettivamente responsabile e psicologa) hanno raccontato il loro modo di approcciare il malato. Un modo nuovo che si basa anche su una forte motivazione degli operatori e uno stretto contatto con la famiglia.

Le demenze senili in Trentino colpiscono l'1,7% della popolazione. A Rovereto circa 1000 famiglie devono affrontare ogni giorno il problema della demenza senile di cui circa 500 con Alzheimer. Attualmente i malati seguiti 5 giorni su 7  sono circa 50, mentre per gli altri 450 non c'è altro che la famiglia. Ma soprattutto si affronta il problema in modo sanitario e non sociale. Il forte stress tutto a carico della famiglia (per coloro che non sono assistiti) fa spesso saltare equilibri, servono dunque servizi.

Namastè invece eroga servizi 7 giorni su 7 e si basa su una visione del problema ...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Salute

Salute

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg