Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scatti d'autore

Andrea Contrini, la fabbrica silenziosa

Andrea Contrini, la fabbrica silenziosaMOSTRA_MONTECATINI_-_Andrea_Contrini_03.jpgMOSTRA_MONTECATINI_-_Andrea_Contrini_01.jpg
A Mori (Tn)

La mostra "Un Silenzio Infranto - I Due Volti della Fabbrica"  in corso a Mori (Tn) dal 14 al 30 novembre racconta la Montecatini di Mori una delle fabbriche per la produzione di alluminio più grandi d'Europa: una vera città industriale che arrivò a contare 1.200 lavoratori. Per molte persone essa rappresentò quel mito di ricchezza e progresso dell'economia industriale ma la sua attività fu costellata anche da aspri conflitti per i diritti dei lavoratori e per la difesa dell'ambiente. Nel 1983 la produzione cessò e la fabbrica cadde in totale abbandono.

Andrea Contrini viaggiando tra passato e presente, ripercorre vicende umane e paesaggi industriali del grande stabilimento attraverso la narrazione di tre ex lavoratori che tornano nella fabbrica, a distanza di trent'anni, percorrendo un viaggio nei ricordi nel quale riaffiorano sentimenti ed emozioni. SENTIRE ha chiesto all'autore di parlarci di questa ricerca.

Cosa rappresenta per un trentenne questa fabbrica?
Per la mia generazione Montecatini significa “abbandono”,  “zona off-limits”, “terra di nessuno”. Infatti entrare nella fabbrica è come entrare in un mondo a parte, distante da quello in cui siamo abituati a vivere: ci si trova circondati da scheletri di calcestruzzo tanto grandi che quasi nascondono il cielo, palazzi maestosi che n...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Scatti d'autore

Scatti d'autore

copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg