Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Arles. Un caleidoscopio di colore, luce, arte e natura

Arles. Un caleidoscopio di colore, luce, arte e naturaCattedrale_di_Saint-Trophime_Lunetta.jpgArena_Arles.jpgAbbazia_Notre-Dame_de_Senanque.jpgFondazione_Van_Gogh_mostra.jpgFondazione_Van_Gogh.jpgGirasoli.jpgcaffe_vincent_van_gogh_giornale_sentire.jpg
di Daniela Ferrari*

Arles: un susseguirsi di colore, luce, arte e natura. Il suo passato fiorente di città romana ha lasciato tracce ancora visibili e imponenti nell’Arena, oggi scenario delle corride, nell’Anfiteatro, ancora sede di spettacoli e concerti, nelle Terme di Costantino, e nella necropoli degli Alyscamps.

Passeggiando per le vie, che conservano orgogliosamente un’atmosfera un po’ abimé e ricca di fascino antico, si passa dai fasti romani alla misteriosa cultura medievale: capolavoro dell’architettura romanica è la Cattedrale di Saint-Trophime sorta nel XII secolo sui resti della precedente basilica, con il suo chiostro e il portale scolpito con scene tratte dai Vangeli, i santi della Chiesa e il Cristo nella mandorla attorniato dai simboli degli evangelisti nella lunetta.


< foto: l’Abbazia benedettina di Notre-Dame de Sénanque


Sorta sulle rive del Rodano, Arles è meta ideale per assaporare in pochi giorni i caratteri essenziali dell’atmosfera provenzale. La sua posizione strategica consente di raggiungere numerose località distanti pochi chilometri: la città di Avignone, il Parco naturale della Camargue, o più semplicemente le distese di campi di girasoli e lavanda.

Nei giorni della raccolta, quando il fiore di lavanda raggi...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg