Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Commenti

Iraq, le armi arrivano da 16 paesi

Iraq, le armi arrivano da 16 paesicommercio_delle_armi.jpgcorsa_armamenti.jpgdida_giornale_sentire.jpgdrone.jpgunnamed.jpg
Vittime e carnefici

Le milizie paramilitari che operano all'interno delle forze armate irachene nella lotta contro il gruppo armato Stato islamico stanno usando armi fornite all'Iraq dagli Usa, da paesi europei, dalla Russia e dall'Iran per compiere crimini di guerra, attacchi di rappresaglia e altre atrocità. Lo ha denunciato  Amnesty International, sulla base di ricerche effettuate sul campo e di approfondite analisi di fotografie e video condotte sin dal 2014 che hanno portato a concludere che quelle milizie hanno beneficiato di trasferimenti di armi prodotte in almeno 16 paesi. Le milizie, composte prevalentemente da sciiti, hanno usato armi leggere così come pezzi di artiglieria e veicoli blindati per portare a termine sparizioni forzate e rapimenti di migliaia di uomini e ragazzi per lo più sunniti, compiere torture ed esecuzioni extragiudiziali e distruggere beni e proprietà di civili.
"I fornitori internazionali di armi come gli Usa, i paesi europei, la Russia e l'Iran devono rendersi conto che tutte le armi trasferite all'Iraq rischiano di finire nelle mani di milizie che vantano una lunga storia di violazioni dei diritti umani", ha dichiarato Patrick Wilcken, ricercatore di Amnesty International su controlli di armi e diritti umani.
www.giornalesentire.it - gennaio 2017

 

***
 

Armi e guerre: questioni di consapevo...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Commenti

Commenti

copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg