Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Ma-donne: volti e voci di donne

Ma-donne: volti e voci di donne Madonne_-_Ph._Moumou_Photography-1.jpgMadonne_-_Ph._Moumou_Photography-031.jpg
Bios Vincent: no alla violenza

La violenza subita dalle donne di tutti i tempi, perpetrata in forma sempre identica seppur differente: 169 volti, tutti diversi, parlano allo spettatore di violenza.

Sono i volti delle 169 Madonne in gesso protagoniste dell’installazione Ma-donne dell’artista di origini trapanesi Bios Vincent, esposti nel suggestivo Spazio Ratti di Como, ex Chiesa romanica di San Francesco.

“Ma-donne” come presenze simboliche di donne simbolo di purezza, intoccabilità, vita e generazione. “Ma-donne” come portatrici di vita e di sofferenza, disposte come un “esercito” per dar voce alla propria sofferenza, ma anche per dare segno della propria forza.  Al centro ne spicca una rossa: è il segno evidente della vita e della speranza in mezzo alla violenza. A costellare le installazioni e le pale d'altare una serie di bersagli che ambientano lo spazio come un tiro a segno. Un luogo dove il bersaglio ha un’esistenza finalizzata all’essere colpito con spietata indifferenza che diventa cinismo e crudeltà quando i bersagli sono le donne.

Ma le 169 Madonne in gesso non sono le uniche protagoniste della mostra che rimarrà aperta sino all’8 gennaio allo Spazio Ratti. A partire dal giorno dell’inaugurazione l’artista sta raccogliendo gli scatti fotografici di altrettante donne che andranno a creare un “esercito” parallelo di ...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Arte e cultura

Arte e cultura

Isgr.jpg colore_rosso.jpg OS_5xmille_185x190.gif DECENNALE.jpg