Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scatti d'autore

Born Somewhere, la forza del reportage di Francesco Zizola

Born Somewhere, la forza del reportage di Francesco Zizola2._Mare_dAral.jpg1._San_Paolo_Brasile.jpgZizola_11.jpgSalvadorDeBahia.jpg
Corona Perer

C'è un oblio..odioso. Cresce sulla nostra superficialità ed è tipico della nostra cultura. L'Occidente vive in fretta, consuma in fretta. Dimentica in fretta.

Il ventre molle del mondo è paradossalmente l'invitato di pietra della mostra che il fotoreporter Francesco Zizola fissa in pellicola. Perché se non ci fosse la fotografia, la memoria collettiva rimuoverebbe del tutto anche quello che con fatica trapela dalle stanche cronache giornalistiche (Medici Senza Frontiere da tempo rileva che le tragedie non fanno audience ed è calato il livello di attenzione dei media).

Così la galleria di orrori dimenticati annovera sì le vittime dimenticate ma sembra dire qualcosa dell'altra faccia del mondo che queste cose vede e dimentica troppo in fretta, ovvero il ricco e sazio Occidente.

Francesco Zizola ha passato gli ultimi tredici anni documentando le condizioni dell'infanzia nel mondo, dai figli delle guerre in Iraq, ai piccoli lavoratori dell'Indonesia, ai ricchi e alienati di Los Angeles. Born somewhere, "nato da qualche parte", racconta le vite dei bambini di 27 paesi. E di forza ce ne vuole tanta per documentare quello che l’uomo sa fare all’uomo, in certi luoghi e in certe situazioni. Ma la vita si riprende, il bisogno di domani sa essere più forte di un oggi devastato. E, negli essere umani, la forza, l’istinto a v...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Scatti d'autore

Scatti d'autore

copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg