Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Carlo Scarpa, l'architetto odiato dai colleghi

Carlo Scarpa, l'architetto odiato dai colleghicarlo-scarpa.jpgquesta_qui.jpgberengo_gardin_08.jpgquesta_finale.jpgcarlo_scarpa_giornale_sentire.jpg
Storie d'arte

A Carlo Scarpa  (1906-1978), la critica riconobbe la capacità di elaborare progetti e interventi in contesti antichi e di valore, grazie alla sua bravura nel leggere il contesto architettonico preesistente. Lavorò nel e "sul" costruito come facevano i grandi architetti del passato, da Palladio al Bramante, da Brunelleschi al Borromini. La sua fu quindi un'architettura controcorrente rispetto ai movimenti dei suoi giorni.

Era invece nato a Venezia nel 1906. La prima infanzia si svolge nella Vicenza del Palladio. Mentre ancora studiava all'Accademia di Belle Arti ottenne il primo incarico professionale iniziando a collaborare come progettista con alcuni vetrai di Murano. Dopo il diploma (1926) e la docenza nel neonato Istituto Superiore di Architettura di Venezia lavorò per le vetreria artistiche di Murano più prestigiose (tra cui la Venini della quale fu direttore artistico fino al '46).

Già impegnato come designer di arredamenti, partecipò al dibattito culturale veneziano  con intellettuali del calibro di Giuseppe Ungaretti, Carlo Carrà, Arturo Martini e Felice Casorati.  Aveva trent'anni quando, tra il 1935 e il 1937, realizzò la prima opera impegnativa, ovvero la sistemazione di Ca' Foscari di Venezia, sede dell'Università, a cui mise mano anche successivamente. Fu uno dei più innovativi restauri del periodo: Scarpa s...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg