Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Ambiente

Sostenibilità: vivere in una catasta di legno

Sostenibilità: vivere in una catasta di legnokLIMAHOUSE_27.jpgkLIMAHOUSE_8.jpgkLIMAHOUSE_7.jpgkLIMAHOUSE_19.jpg
una casa, tante APP

L'idea che l'architetto trentino Luca Valentini ha prodotto con il proprio Studio d'Architettura X l'Amore (con sede a Tenna) insieme a Rasom Wood Technology, azienda di Predazzo specializzata nell'edilizia del legno, ha avuto il suo primo palcoscenico nel 2014 alla Fiera di Bolzano.

E' una casetta calda e sofisticatissima: alle sue pareti sono posizionate delle App che le consentono di essere tecnologica grazie alle più moderne soluzioni di domotica. In pochissimi metri quadri c'è tutto, ma proprio tutto.

L'hanno chiamata "Abitare la Natura, Natura Abitata" ed è stata concepita come una catasta abitabile che si avvale del legno, unica materia autoriproduttiva e riciclabile.

L'installazione è un modello etico a chilometro zero cioè un punto di riflessione sul mondo del legno.

"Mi piacerebbe che le persone attraversandola, si sentissero a casa; nella Madre-Materia: cioè nel Legno" afferma Valentini.

"La catena chimica del tannino dell'abete rosso della catasta racchiude in sé la storia del rapporto uomo-legno: dalla creazione della prima radura nel bosco alla costruzione dell’edificio. Abitare ha la stessa radice di abito (hăbĭtŭs): le persone, attraversando l’installazione, si sentono a casa".

Una metafora evocativa per riportare l'uomo ad un gesto arcaico e contemporaneo allo stesso tempo.

"La crisi è anche un’opportunità di crescita" spiega ancora l'architetto Valentini collaborazione artistico dell'azienda. 

"Il mercato dell’edilizia è quotidianamente descritto come uno dei settori più colpiti dalla crisi a livello globale, oltre ad esserne stato una delle maggiori cause. In uno scenario complesso di infinite problematiche che negli anni hanno portato ad un’inevitabile saturazione del mercato sempre più evidente si è manifestata la necessità di una nuova concezione del costruire, ma prima ancora del progettare" aggiunge il professionista

E cosa significa oggi "progettare"?

"Che si tratti di un’abitazione, un edificio, a prescindere da quello che ne sarà poi l’utilizzo finale, questo atto porta con sé la necessità di una conoscenza ampia ed elevata che abbracci la considerazione, la conoscenza ed il rispetto dell’ambiente in cui verrà inserito, dei materiali che verranno utilizzati, delle persone che andranno a viverlo" spiega Valentini ( < nella foto), il quale ritiene il progettista un ambasciatore.

"Deve essere portatore di una visione ampia, attenta e responsabile, un professionista consapevole che attraverso le sue scelte ed il suo operato si concretizzerà il futuro benessere di uomo e ambiente".

Per promuovere queste tematiche  e quest'approccio con l'azienda di Predazzo ha concepito come provocazione questa casa di legno esposta alla Fiera di Bolzano.

Ma per saldare il mondo della formazione con quello del "fare" è stato pensato anche un laboratorio che si interfaccia con il mondo della scuola: RasomLab.

L’obiettivo - dicono i promotori -  è condividere le competenze, l’esperienza e il bagaglio culturale di un'azienda con la necessità di formare una nuova generazione di progettisti consentendo alla formazione scolastica di intercettare il mondo del lavoro per delineare il nuovo volto di professionista di cui il mondo delle costruzioni necessita per evolvere e crescere in modo etico e responsabile.
www.giornalesentire.it





> Klimahouse edilizia GREEN
> intervista a Luca Valentini (di Corona Perer)
< all'interno viene illustrato il "dna" del legno (foto Perer)

Ambiente

Ambiente

colore_rosso.jpg 185x190.gif google_1.png banner_hotel.jpg