Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Claudio Olivieri, il colore disvelato

Claudio Olivieri, il colore disvelato 1-Allestimento_FotoGabrieleSalvaterra2.jpg1-Olivieri_Diacromia_Mart-VAF-Stiftung.jpg1-Allestimento_FotoGabrieleSalvaterra.jpg
Corona Perer

Che il pittore lo neghi o lo by-passi, optando magari per il segno grafico, c'è una dimensione con la quale è chiamato a confrontarsi: il colore.

Le ricerche di Claudio Olivieri, pittore nato a Roma, ma trapiantato da anni a Milano dove vive, lavora e insegna alla Accademia di Belle Arti, approdano a una dimensione soft: una sorta di carezza cromatica che non è fine a se stessa.

Una mostra gli viene dedicata al Mag, Museo Alto Garda, di Riva e Arco (fino al 3 novembre 2013) grazie alla collaborazione che il Museo ha instaurato con il Mart per aprire alcune sceltissime finestre sul contemporaneo. 

Descrivendo l'estetica di Olivieri, la curatrice Daniela Ferrari parla proprio di un "accarezzare la pittura con gli occhi".

Certamente le sue opere chiedono un approccio meditativo: chi guarda è chiamato a "vedere", a fermarsi, a interrogarsi su ciò che sta guardando. E solo chi è disposto a contemplare e a domandarsi il perché delle cose, potrà accedere ad un lavoro che ha del rigoroso e non è per nulla comodo.

L'artista sa di avventurarsi in sentieri complessi. "I quadri di Olivieri richiedono  uno sguardo meditativo e una propensione" scrive ancora Ferrari. Quella propensione è proprio  la capacità di cercare una dimensione &...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Arte e cultura

Arte e cultura

Isgr.jpg colore_rosso.jpg OS_5xmille_185x190.gif DECENNALE.jpg