Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Crisi Russia-Ucraina: ci saranno anche meno turisti

Crisi Russia-Ucraina: ci saranno anche meno turisticatullo.jpgrussia.jpg
Tutto prometteva bene

Negli ultimi anni il Trentino si è orientato in maniera sempre più decisa verso l’apertura internazionale della propria offerta economica e turistica.“Attraverso i nostri prodotti, come vini e formaggi, possiamo veicolare l’immagine del Trentino in Russia, con un indubbio ritorno in termini turistici”. Così dichiarava solo pochi mesi fa l’assessore provinciale al turismo e agricoltura Michele Dallapiccola nel corso di un incontro,  con il Console onorario della Federazione russa per il Trentino-Alto Adige Bernhard Kiem.

Ma la guerra con l'Ucraina sembra aver congelato ogni rosea previsione anche se i  rapporti commerciali e turistici fra Russia e Trentino sono stati in questi mesi in forte espansione. Un dato su tutti: nel 2012 sono stati oltre 32.000 i turisti russi che hanno raggiunto il Trentino contro i 4.000 del 2003. Forte è poi la presenza sui mercati della Russia di alcuni prodotti agroalimentari trentini, ed in generale le esportazioni dalla provincia di Trento si sono caratterizzate per un andamento in costante crescita, con il record, raggiunto nel 2012, di oltre 72 milioni di euro di beni e servizi esportati.

Con le sanzioni contro la Russia, è stato per reazione decretato il blocco di ogni importazione di prodotti dall'Europa. Le mele trentine ad esempio sanno già che dovranno trovare altri palati nella stagione commerciale 2014-2015.
E tutto questo dopo un'estate non proprio felice, con il maltempo impegnato a decimare settimana dopo settimana l'afflusso dei turisti italiani del week-end

Latte Trento è una delle aziende che stava cercando di ottenere le certificazioni necessarie ad avviare la commercializzazione in Russia di alcuni prodotti caseari, che sono stati richiesti direttamente da alcune catene di distribuzione. Tutto fermo.

Tutto questo mentre la Compagnia S7 Airlines intendeva incrementare la frequenza dei voli che dal 27 dicembre 2013, tra Verona e Mosca, sono diventati giornalieri, con partenze da Verona alle ore 12:25 (ora locale) e da Mosca alle 11:35 (ora locale).

Insomma le prospettive non sono rosee e bisognerà vedere come evolveranno gli equilibri geopolitici.
agosto 2014

 

 

 

> VISITA il sito di TRENTINO TURISMO

 

Viaggi

Viaggi

banner.jpg 185x190.gif colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg viaggio_2.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg