Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Meno turisti dalla Russia

Meno turisti dalla Russiacatullo.jpgrussia.jpg
Tutto prometteva bene
L’Europa resta la macrodestinazione più gradita dai viaggiatori russi. Analizzando i principali competitor UE, emerge come il nostro sia un mercato "maturo" e comparabile, come numero di posti letto, a quello francese e superiore rispetto a quello spagnolo e tedesco.

Tuttavia, il peggioramento del clima dei rapporti con i Paesi Europei per la questione ucraina continua ad avere una ricaduta negativa sul clima di fiducia degli imprenditori e sulle decisioni di spesa dei cittadini russi, inclusi i viaggi all’estero per turismo. La svalutazione del rublo potrà comportare una diminuzione dei flussi verso l’Europa, a vantaggio di destinazioni che offrono pacchetti all inclusive a prezzi competitivi capaci di intercettare anche le fasce medio-basse di viaggiatori.
 
Nonostante la crisi dell’ultimo biennio, il numero di russi che si reca in Italia si attesta attorno a 1 milione di persone. Il turismo russo rimane ai primi posti in assoluto per indotto (attorno a 1,5 miliardi annui) e per scontrino medio (683 euro al giorno); inoltre, sono in costante crescita i turisti individuali (quasi il 55%), che scelgono mete fuori dai circuiti tradizionali.

Il numero di turisti individuali e’  in costante crescita (il 55% circa). Per questa ragione, l’Ambasciata d’Italia ha ideato il  portale “La Tua Italia” (www.latuaitalia.ru), il primo sito ufficiale in russo e in italiano dedicato al turismo nel nostro Paese, presentato a Mosca lo scorso dicembre.

La piattaforma contiene informazioni sulle Regioni, le Città e le destinazioni turistiche italiane, sul patrimonio artistico e culturale, sull'enogastronomia, sul Made in Italy, nonché il calendario completo dei grandi eventi nel nostro Paese (mostre d’arte, stagioni liriche e teatrali, festival musicali ed eventi sportivi).

Agli oltre 500 articoli presenti sul sito, si aggiungono servizi ad hoc per i turisti russi: la possibilità di presentare online la richiesta di visto e di pagare le percezioni consolari. La sezione “Russian Friendly” contiene un database di circa 500 strutture alberghiere italiane, che offrono servizi dedicati ai turisti russi.

Il mercato turistico russo sta subendo notevoli cambiamenti, a partire dal fallimento di numerosi tour operator nel corso del 2014. A causa della minore domanda, gli operatori russi che sono riusciti a sopravvivere alla recessione, hanno diminuito il numero di tratte aeree dalle città interne della Russia.

Negli ultimi anni si è comunque notato un cambiamento nelle abitudini di prenotazione; i cittadini russi infatti non si affidano più solo all’intermediato, ma hanno iniziato a prenotare individualmente sui grossi portali come, ad esempio, booking.com.


> www.latuaitalia.ru
> VISITA il sito di TRENTINO TURISMO

 

Viaggi

Viaggi

DECENNALE.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg logoViaggiareSicuri.jpg