Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Colli Berici, tra i rossi del Palladio

Colli Berici, tra i rossi del PalladioColli-Berici-DOC-uva1.jpgVilla-Capra-La-Rotonda1-001.jpgAsini11.jpgColli-Berici-DOC-raccolta11.jpg
di Mariella Morosi

I Colli Berici sono da secoli ad alta vocazione vinicola, grazie ai terreni argillosi o basaltici e ai fattori ambientali che rendono prezioso e  inconfondibile il frutto delle vigne.  Sono soprattutto i vini rossi a rubare sapori e profumi  a queste terre felici, un'enclave in un territorio veneto famoso nel mondo per i bianchi e per le bollicine di eccellenza. La vitivinicoltura nei Colli Berici è la prima attività agricola. Ne avevano compreso l'importanza, qualche secolo fa,  i nobili della Serenissima che dopo aver scelto queste terre verdissime ricche di laghi, fiumi e torrenti come luogo del buon vivere, scoprirono anche la convenienza della rendita agricola. 

Numerose le ville del Palladio ,o in stile palladiano, dalle sontuose barchesse e dai colonnati fatti per il piacere del bello: da Villa Americo-Capra detta la Rotonda a Villa Valmarana detta i Nani, fino alle tantissime in rovina che non hanno resistito all'offesa del tempo. Alcune sono state utilizzate, o sono state inglobate, in granai ed edifici agricoli. E' qui il patrimonio più prezioso i ville storiche che il passato ci abbia trasmesso.

Le zone Doc Colli Berici e Vicenza sono infatti note come le Vigne del Palladio e il vitigno autoctono a bacca rossa, principe del territorio più di ogni altro, è il Tocai. Forse fu portato nel 1300 dai canonici di Barbarano  di ritorno dalla sede papale ...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg