Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scienza e ricerca

Come usare bene le batterie ricaricaricabili

Come usare bene le batterie ricaricaricabili1-pc5.jpg1-1-1-grigio-dida-001.jpgbatterie.jpg
Qualche consiglio

Ricaricare tanto fa bene, ricaricare troppo è pericoloso: un buon tempo di ricarica è utile per ottimizzare la durata della stessa, ma caricare per oltre 24 ore può essere molto pericoloso! Staccare sempre la batteria entro e non oltre le 10 ore dall'inizio della ricarica.

Ecco i primi consigli, ma ci sono anche altri accorgimenti, come vi diremo. Le batterie ricaricabili sono diventate uno dei ritrovati tecnologici più utilizzati nel nuovo millennio, in grado di fornite energia elettrica portatile per un elevato numero di dispositivi di utilizzo quotidiano: cellulari, smartphone, tablet, notebook/netbook, lettori MP3, macchine fotografiche digitali, videocamere digitali etc.

Attualmente la tipologia di accumulatore più diffusa sono gli accumulatori al litio (a ioni o a polimeri), in grado di fornire elevate capacità e un'ottima durata. Per poterle sfruttare al massimo e ritardare una prematura sostituzione dobbiamo seguire alcuni semplici accorgimenti, evitando di seguire i consigli che venivano in passato indicati per le vecchie tipologie di accumulatori (batterie ricaricabili al nichel).

Le batterie al Litio (ioni o polimeri) non sono soggette particolarmente ad usura "materiale" (più utilizzo la batteria più perde capacità) ma principalmente all'usura "temporale". Esempio: 2 batterie inutilizzate, ma fabbricate in periodi divers...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Scienza e ricerca

Scienza e ricerca

Isgr.jpg colore_rosso.jpg OS_5xmille_185x190.gif DECENNALE.jpg