Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Ambiente

Passo dello Stelvio, un pedaggio per proteggerlo

Passo dello Stelvio, un pedaggio per proteggerloStelvio_2.jpgNationalpark_Stelvio_Braulioschlucht.jpg
ambiente e traffico

Con il 2018 chi transiterà con auto privata sul passo dello Stelvio pagherà un pedaggio di €. 20,00. Lo stanno concordando provincia di Bolzano, Regione Lombardia e il Cantone dei Grigioni in Svizzera. L'obiettivo è quello di fare del passo un museo all'aperto, dice l'assessore all'ambiente della Provincia di Bolzano Richard Theiner, una serie di infrastrutture attraenti per i turisti. Gli incontri fra i tre enti sono sempre più serrati e c'è ottimismo sulla capacità di stringere le decisioni in tempi stretti.

Mountain Wilderness commenta la notizia con preoccupazione perchè ritiene che dove c'è pedaggio (esempio:passo del Rombo, 21 euro, Tre Cime di Lavaredo, 25 euro) il traffico continua ad aumentare, non risolve alcuno dei problemi presenti: traffico, sicurezza, rumore.

"Risulta invece risulta prioritario un progetto di mobilità su area anche vasta che eviti a residenti e ospiti l'utilizzo dell'auto per raggiungere areali tanto fragili. Piani di mobilità mai affrontati" afferma il portavoce Luigi Casanova.

Nei mesi scorsi c'era stato il sopralluogo sulla strada di Passo Stelvio del sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia, Ugo Parolo, con amministratori locali, istituzioni, Anas. La Provincia di Bolzano era rappresentata dai direttori di Dipartimento Valentino Pagani (mobilità) e Florian Zerzer (ambiente). L’incontro rientrava nel lavoro congiunto tra Regioni con gli obiettivi dello sviluppo sostenibile, del turismo di qualità, del miglioramento economico unito alla salvaguardia dell’ambiente: tutti traguardi già fissati nel protocollo d’intesa per valorizzare l’area dello Stelvio siglato nel 2015 tra Provincia di Bolzano e Regione Lombardia.

"Migliorare ulteriormente la percorribilità della strada dello Stelvio e soprattutto la sua sicurezza può contribuire a rendere l’intera area più attrattiva e interessante" era stato detto.

Nel pacchetto di misure figurano anche interventi per valorizzare il patrimonio storico-culturale (come le trincee della Grande Guerra) e paesaggistico. "Con questo pacchetto di misure vogliamo valorizzare l'intera area del parco nazionale - afferma l'assessore Richard Theiner - ma anche le strutture e le vie di collegamento. Una valorizzazione che sia soprattutto sostenibile, rispondendo in tal modo a una esigenza attesa dagli operatori economici ma anche dalla popolazione nel bacino di utenza del parco".

www.giornalesentire.it - dicembre  2016
 

LEGGI
> "Dolomiti-Unesco: molto da fare ancora"

Ambiente

Ambiente

banner.jpg DECENNALE.jpg apivita.jpg colore_rosso.jpg banner.jpg