Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Attualitą

Oltreconomia senza confini

Oltreconomia senza confiniOltrEconomia_festival.jpgOltrEconomia_festival2.jpeg
OltrEconomia festival

L'Oef  fra conferenze, workshop e la musica dal vivo ha portato nel Parco Santa Chiara  una socialità intelligente e vivace che vuole incontrarsi e scambiare idee e dare valore alla città di Trento.

“E’ possibile rompere il nesso tra genere, natura e rapporti di produzione?”.  Con questo interrogativo ampio e trasversale si è aperta la conferenza di ieri pomeriggio che ha tentato di sondare "La misura femminile dell'economia" insieme a quattro donne ricercatrici, ingegneri, attivisite, economiste, imprenditrici : con Elena Sisti, Stephanie Westbrook, Agitu Ideo, Gabriella Ghidoni si è composto un mosaico di vite, testimonianze e tesi, che ha reso la complessità della dimensione di genere rispetto all'economia, e ha restituito la necessità di un cambiamento forte ed attivo che deve partire anche in Trentino e in Italia, per ripensare la costruzione della nostra società in maniera più consapevole, praticando la politica anche quotidianamente per dare spazio ad economie più giuste ed includenti in Europa come nel mondo.

Un'attenzione verso il femminile iniziata dal laboratorio della mattina sul «Il confederalismo democratico» con l’analisi della più recente elaborazione politica di Ocalan, in particolare i testi La rivoluzione delle donne».

Una riflessione, quella sull'economia di genere, che si è inserita nel percorso di analisi e costruzione politica sul nostro sistema economico che da ormai quattro giorni l'OltrEconomia sta portando avanti attraverso i gruppi di lavoro del mattino, gli incontri pomeridiani, la presentazione di libri e di studiosi e che ha analizzato la dimensione bellica e geopoltica, la militarizzazione, l'attivismo e la controinformazione, la difesa ambientale e la valorizzazione del ruolo della donna, all'interno di una società in cui la democrazia è sotto lo scacco delle politiche delle privatizzazioni, delle lobby economiche, delle spinte xenofobe.


 

Attualitą

Attualitą

colore_rosso.jpg 185x190.gif google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif