Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Annunci

Cooperativa Iter: il lavoro come crescita

Cooperativa Iter: il lavoro come crescitaDSC_4633.jpgDSCN0701.jpg1-iter_27.jpg
progetti sociali

Cooperativa Iter Rovereto realizza lavorazioni in conto terzi a cui affianca una linea di produzione propria che spazia tra la cartoleria e l'oggettistica.

Escono dai laboratori Iter album fotografici rilegati a mano e personalzzati con pregiate carte tessuto, bomboniere confezionate per le ricorrenze diverse (battesimi, cresime, matrimoni, lauree), diari e quaderni e persino gioielli artigianali in feltro e metallo.

Alle attività iniziali di incollatura e di assemblaggio si sono  infatti affiancate nel corso degli anni attività più complesse ed artigianali comprendenti una serie di lavorazioni manuali che spaziavano dalle rifiniture su materiale plastico ed elettrico, al montaggio di particolari metallici, alla confezione di etichette per prodotti vari, alla classificazione ed imbustaggio di materiale pubblicitario e ogni altro tipo di lavorazione che il tessuto produttivo locale richiedeva.

Particolare rilievo è sempre stato dato al lavoro di cartotecnica, con la produzione artigianale di cartelle e contenitori per vari uffici ed enti, confezionando articoli su misura e richiesta dei clienti; negli ultimi anni si è ulteriormente evoluta l'attività di legatoria, che sin dall'inizio è stata seguita con particolare dedizione da un socio volontario.

"Puntiamo molto alla puntualità e alla qualità dei servizi offerti" spiega il direttore "ci siamo quindi costruiti la fiducia di parecchie ditte della zona ed esterne, che commissionano regolarmente delle lavorazioni diversificate. In questo modo si sono potute gradualmente coniugare in maniera ottimale, le richieste di lavoro con le abilità manuali dei ragazzi".

E questa la grande opportunità di chi frequenta da utente il laboratorio Iter: acquisire sempre nuove capacità operative, contribuendo a raggiungere uno degli obiettivi primari che la Cooperativa si era posta sin dall'inizio, ossia integrare socialmente i propri utenti attraverso l'attività lavorativa.

Ma c'è un qualcosa di più: è il coinvolgimento della famiglia. I familiari dei ragazzi, sempre presenti durante l'attività lavorativa, possono così constatare di giorno in giorno i progressi dei loro cari e l'evoluzione di tutta l'iniziativa. "In questo modo la Cooperativa si apre sempre più alla realtà esterna, grazie anche al coinvolgimento degli Operatori che, sin dall'inizio, hanno contribuito con la loro disponibilità a creare un clima di serena condivisione delle esperienze quotidiane".



LEGGI
> Iter, storie di diversa abilità

Annunci

Annunci

OS_5xmille_185x190.gif colore_rosso.jpg viaggio_2.jpg banner_gusti.jpg banner_hotel.jpg