Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Salute

Le acque di Merano efficaci contro le riniti allergiche

Le acque di Merano efficaci contro le riniti allergichemerano_terme_9.jpgmerano_terme_18.jpg36._Inalazione_termale_by_Manuela_Prossliner.jpg3._Vista_esterna_di_notte_by_Kim_Andreolli.jpg32._Bagno_altoatesino_al_fieno_di_montagna_by_Tappeiner.jpg43._Bagno_di_vapore_Trauttmansdorff_by_Christian_Gufler.jpg
alle Terme di Merano

3 luglio 2016 - Uno studio scientifico sull’acqua termale di Terme Merano conferma l’efficacia di quest’ultima sulle riniti allergiche. In particolare i risultati dimostrano che le inalazioni con acqua termale avrebbero un effetto paragonabile all’uso degli spray al cortisone.

L'acqua arriva dal Monte San Vigilio e contiene Radon. La sua presenza è stata certificata chimicamente nel 1933, ma già a metà dell'800 la principessa Sissi era ricorsa a Merano per i suoi problemi alle vie respiratorie. Fu il medico di corte a consigliarle la località allora parte dell'impero nella regione del Tirolo e così la bella Sissi per tre inverni soggiornò al Turiseum. Fa impressione un dato: oggi Merano conta in media 1 milione di pernottamenti annui, ma già tra 1890 e 1915 aveva raggiunto questo traguardo. Questo basta a dire l'importanza che Merano ha sempre rivestito nell'aristocrazia mitteleuropea. Le prima società termale nacque nel 1958 ma è negli anni '70 che nasce il primo stabilimento termale. Dieci anni fa è stato rinnovato con un ingente sforzo da parte della Provincia che è socio di maggioranza della società di gestione, ben ripagato dai risultati: i bilanci sono in attivo, cosa del tutto rara nel panorama delle strutture termali italiane.

Con i suoi 403.000 utenti annui, Merano vanta una leadership nelle cure termali alle vie respiratorie. Salvatore Lo Consulo specialista in medicina termale, a Merano dal '97, è il direttore sanitario. Sotto la sua guida si è cercato di colmare il vuoto in letteratura sulla provata efficacia di una cura termale e così sono state avviate ricerche che hanno dato risultati sorprendenti nella cura delle riniti: è provato che la cura per inalazione delle acque termali meranesi equivale ad un ciclo cortisonico. E a dimostrarlo è un panel scientifico. In collaborazione con l'Università di Roma è sotto condotto uno studio prospettivo su 55 persone.

Condotto dal Prof. Desiderio Passali dell’Università di Siena in collaborazione con l’ospedale “Tappeiner” di Merano, lo studio è la naturale prosecuzione dello studio effettuato nel 2012, pubblicato su un’autorevole rivista scientifica europea, che aveva già dimostrato la validità della cura termale nelle rinosinusiti e nelle rinotiti croniche.

Lo studio ha coinvolto pazienti affetti da riniti allergiche, suddivisi in due gruppi: uno di essi è stato trattato con l’acqua termale di Terme Merano, il secondo con cortisone spray nasale e ha dimostrato che le inalazioni termali hanno un effetto comparabile al trattamento cortisonico con un miglioramento del flusso nasale. A differenza del farmaco, non ci sono però le controindicazioni o gli effetti collaterali.

“I risultati sono pertanto sovrapponibili ad una cura di cortisone,con a differenza che queste acque non hanno le controindicazioni di una cura al cortisone!” ci spiega i dottor Lo Consulo. E in futuro lo stabilimento vuole condurre uno studio sui pazienti asmatici, notoriamente tra i più problematici in caso di somministrazione di cura termale. Nel frattempo lo stabilimento si è già ricavato un ruolo importante nella cura contro l'obesità con il programma Lighter-Lieber che prevede un approccio multidimensionale alla malattia ma dai risultati certi: il sovrappeso viene affrontato con sedute psicologiche, con il movimento e con un programma nutrizionale che mira a far assumere nel paziente nuove e più corrette abitudini alimentari. Un programma che richiede 8 mesi di lavoro, pazienza e costanza da parte del paziente e che non ha costi esorbitanti: l'abbonamento mensile è di 180 euro e prevede l'ingresso costante alle Terme e alle sue palestre, quindi un vero e proprio investimento sulla salute.

Merano punta a far radicare nella mentalità quello che è il corretto approccio con la cura termale utile a tutte le patologie, anche quelle croniche: magari non si guarisce tuttavia la cura termale aiuta a ritrovare il benessere.
Quello che colpisce a Merano è non solo la bellezza del suo parco termale e la dotazione di piscine ma anche la qualità dei prodotti. Tutte le erbe aromatiche per le saune arrivano da un vicino Maso a pochi chilometri da Merano, la lana viene dal Val D'ultimo, il fieno dalla Val Passiria, le stelle alpine con le quali si fa un particolare trattamento vengono da una serra di montagna dell'Alta Val Venosta. La gastronomia è a km. 0 e al Bistrò delle Terme - aperte anche per chiunque passeggi in città - si assaggia una straordinaria centrifuga di carota allo zenzero.
Quanto ai ticket di ingresso sono tante le proposte delle Terme per invogliare le famiglie e i week end. L'ingresso giornaliero è di 19 euro e per una vacanza a Merano si può usufruire delle offerte e degli ingressi combinati delle Terme. È il caso ad esempio del biglietto “Giardini & Terme” che dà diritto a: un ingresso di 3 ore a Terme Merano, un ingresso ai giardini di Castel Trauttmansdorff, un buono gastronomico del valore di 10 euro, il tutto al costo speciale di 33 euro. Molto interessate è il pacchetto del centro Spa & Vital di Terme Merano concepito per offrire benessere e rilassamento profondo. Le materie prime utilizzate per i trattamenti benessere come mela, uva, fieno, lana di pecora, pino mugo o stella alpina sono di alta qualità e provengono tutte dall’Alto Adige. A partire da 69 euro.
(Corona Perer)


> Il vero Kneipp? Non si improvvisa
> Tutto sulle Terme di Merano
> I pacchetti > clicca



info: Terme Merano
Piazza Terme 9
Merano
T +39 0473 252 000
info@termemerano.it

Salute

Salute

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png banner_hotel.jpg