Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Trittico di Pittura Dolomitica

Trittico di Pittura Dolomitica1-laura_ballis.jpg1-Anna_Lia_Spagnolli.jpg
dal 21 al 23 agosto 2013

Campolongo di Cadore in Val Comelico (Belluno) - Torna il Trittico di Pittura Dolomitica, evento itinerante. Vico Calabrò che l'ha ideato ha pensato di coinvolgere ogni anno un Comune diverso della Val Comelico, per unire la vallata e, attraverso l'arte, farne scoprire le borgate nascoste. La manifestazione vede la realizzazione di tre opere a cura di artisti di alto livello che, durante i giorni di pittura, interpretano la Val Comelico.

I pannelli dipinti rimangono esposti fino all'edizione successiva a Santo Stefano di Cadore, presso il Palazzo del Municipio. La prima edizione fu nella borgata di Sopalù a Comelico Superiore, nel 2012 a Costa, frazione di San Nicolò di Comelico. Per la quarta edizione del Trittico di Pittura Dolomitica dal 21 al 23 agosto 2013.

Quest'anno si tiene a Campolongo di Cadore in Val Comelico (Belluno). La manifestazione, curata dal direttore artistico Vico Calabrò, si avvale quest'anno di tre artisti che, dalla loro provenienza geografica, rappresentano il paesaggio veneto dalle province di Treviso, Vicenza e Venezia.

L'edizione 2014 vede coinvolto Giorgio Casarin, trevigiano d'origine è incisore e affreschista; si contraddistingue per la pittura tridimensionale a basso rilievo e scultura. Spesso la musica classica è fonte di ispirazione assieme alle tematiche sociali e letterarie. Virgilio Antoniazzi, vicentino, si è formato nel Veneto presso diversi pittori accademici. Ha ancorato la sua visione realistica della vita moderna su discipline accademiche tradizionali come la costruzione della prospettiva. Adriano Pavan, veneziano, esprime la sua arte pittorica nelle tematiche ispirate al paesaggio veneto, al fiume Piave, le figure femminili, i giardini ed il rapporto uomo-natura.

Vico Calabrò, direttore artistico della manifestazione spiega che “questa edizione vedrà la partecipazione di artisti che, provenienti dalle province di Venezia, Vicenza e Treviso, continuano la tradizione dei maestri veneti del paesaggio, anche con l’uso di mezzi espressivi tradizionali”. Un assaggio dell'evento d'arte è iniziato il 13 agosto con l'inaugurazione della Mostra collettiva di pittura dolomitica c/o la Sala Consiliare di Santo Stefano in cui sono esposte opere dell'Associazione Arte Comelico Ladino e degli artisti protagonisti dell'edizione 2014 fino al 24 agosto.

L'evento è organizzato dal Consorzio Turistico Val Comelico Dolomiti, in collaborazione con il Comune di Santo Stefano di Cadore, la Magnifica Regola di Campolongo, la ProLoco Cianplongo e Arte Comelico Ladino.

Lo scorso anno a Danta di Cadore in Val Comelico (Belluno) gli artisti coinvolti da Vico Calabrò furono: Laura Ballis (Veneto),  Guglielmo Giorio (Friuli) e  Anna Lia Spagnolli (Trentino Alto Adige).
(15 agosto 2014)







LEGGI su Giornale SENTIRE
> Annalia Spagnolli e la magia dell'infinitamente piccolo
 

Arte e cultura

Arte e cultura

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif