Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

La danza delle falene

La danza delle falene1-ali2.jpg
''Tra le rocce e il cielo''

La vita di una falena può variare da una settimana fino ad alcuni mesi per quelle che migrano. Viaggiano di notte per proteggersi dai predatori e possono percorrere interi continenti tanto che alcuni tipi di falene chiamate sfingi si spostano ogni anno dall’Africa fino a noi.

Purtroppo la specie è in declino: è stata la lampadina inventata da Edison nel 1880 a rendere la vita difficile. Durante il suo volo la falena se incontra luci ammaglianti è condotta alla morte. Infatti, i raggi lunari sufficientemente lontani consentono loro di volare in maniera rettilinea e senza rischi, ma se incontrano fonti di luce più vicine inizia un avvitamento mortale: per orientarsi sono costrette a girarci intorno. Le luci artificiali le attraggono e questa direzione concentrica porta loro alla morte (un entomologo tedesco nel '92 calcolò la morte di 5000 falene attratte da una lampada a vapori di mercurio vicino a Matera).

Ispirati al mistero di questo piccolo insetto e dalle pagine di Roger Deakin, Paola Farinati e Osvaldo Maffei hanno scelto la falena come metafora  di una installazione artistica molto speciale: piccole luci bianche attraggono gli ospiti notturni di un festival in una magica danza di parole e silenzi.

“La danza delle falene”  si è svolta a S. Anna, in Vallarsa, lo scorso 29 agosto 2013 nell'ambito del Festival “Tra le Rocce e il Cielo”. Paola Farinati è un'insegnante nella scuola dell’infanzia, narratrice e formatrice. Osvaldo Maffei un  operatore culturale-artista (il suo ultimo lavoro è Toxic Code allestito al Centro interdipartimentale Mente/Cervello di Palazzo Fedrigotti a Rovereto)

Entrambi hanno attinto da Feakin aveva immaginato in “NEL CUORE DELLA FORESTA” quattro uomini e una ragazza inginocchiati  ai margini del bosco accanto ad un lenzuolo bianco spiegato ed ad una potente lampada ai Sali di mercurio. “...La loro concentrazione – scrive - conferiva un’equivocabile aria teatrale. Sembravano in preghiera accanto ad un’ abbagliante apparizione...”

La danza delle falene, oltre ad essere un richiamo alla conoscenza entomologica di questi insetti e dei loro areali, vorrebbe indagare il senso dell'incontro ed esplorare le fragili geografie interiori del nostro immaginario, quindi è pienamente in tema con il festival promosso dalla Associazione culturale Tra le rocce e il cielo, che quest'anno celebra la montagna vissuta con consapevolezza.



> Quando nei campi brillavano le lucciole

Arte e cultura

Arte e cultura

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif