Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scatti d'autore

Dario Coletti, Monte Etna

Dario Coletti, Monte EtnaIMG_3758.jpgdida_giornale_sentire-002.jpgDario_coletti_giornale_sentire.jpg
Tra distruzione e rinascita

Il valore del racconto fotografico è racchiuso nella forza del protagonista e nel dialogo serrato tra la visione del particolare e dell’insieme, che avviene per immagini e che rimanda ad una riflessione sull’origine stessa del pianeta che abitiamo. Il protagonista è un vulcano: l'Etna. L'uomo che lo ha ascoltato, un fotografo: Dario Coletti.

"Da questo punto di osservazione privilegiato si può contemporaneamente percepire l'abisso e stare di  fronte a   cielo e spazio. Ci si sente piccoli. Ci si sente come un micro meccanismo di un sistema complesso e perfetto dove ogni essenza ambisce a trovare una armonia con tutto il resto - scrive Coletti - L'Etna è un viaggio al centro dell'anima, è un  viaggio  alla scoperta dell'origine dell'universo".

Negli ultimi anni dalla fotografia sociale Coletti è approdato a una fotografia di più ampio respiro, che approfondisce il rapporto con gli aspetti antropologici dove la natura è sempre protagonista. Basterà ricordare Okeanos & Hades (2011), Ispantos (2006) e il film documentario La scelta, uomini del buio, sulla vita nelle miniere dell'iglesiente (2007).
“Monte Etna” è uno sguardo forte e personale sul Sito Unesco, eseguito per conto del MiBACT nel 2014. Dario Coletti lo ha presentato aprendo al pubblico il suo spazio professionale, Casetta Gialla, in via Romanello da Forlì, 43, nel quartiere Pigneto a Roma per un evento speciale che ha voluto intitolare Spazi d’autore, un’iniziativa rivolta agli appassionati e agli esperti del settore fotografico, per esibire i vecchi e nuovi lavori, fornire informazioni e illustrare metodologie di lavoro.

Casetta Gialla, è anche un piccolo gioiello di architettura d’interni posto di fronte a Villa Valiani progettata dell’architetto Giovanni Michelucci. Casetta Gialla ha ospitato nel maggio scorso un confronto tra colleghi e collaboratori dell’autore dalla elaborazione creativa alla produzione editoriale del progetto fotografico, oltre che sui suoi contenuti.

Sono intervenuti Arianna Catania, photoeditor, giornalista e curatrice indipendente; Manuela Fugenzi, giornalista, photoeditor e ricercatrice iconografica nell’editoria libraria e periodica; Francesco Caratù, docente di camera oscura e stampatore; Cesare Felici, attore; Gaetano de Crecchio, fotografo e sperimentatore di trasferimento creativo di immagini su supporto e di stampa fotografica; Maria Rita Mauroni, attrice e doppiatrice e Claudio Corrivetti, fotografo, editore e illustratore.

Il progetto  si inseriva nell’ambito dell’iniziativa Open House Roma, che consiste nell'apertura gratuita di centinaia di edifici della Capitale, notevoli per le peculiarità architettoniche e artistiche. Open House Roma è infatti la sessione romana dell’evento internazionale Open House Worldwide, sviluppato in 4 continenti e 31 città.

L'evento Spazi d’autore è stato realizzato in collaborazione con l’associazione culturale “Microprisma” che, contemporaneamente e a pochi metri di distanza, nei suoi locali di via Conte di Carmagnola, 72 - 74, ha esposto una retrospettiva con immagini tratte dalle ultime pubblicazioni di Dario Coletti, fotografo professionista dalla fine degli anni Ottanta, che oggi collabora con testate giornalistiche, istituzioni e organizzazioni umanitarie italiane e internazionali e alla professione affianca l’attività didattica (è coordinatore del Dipartimento di Fotogiornalismo dell’ISFCI di Roma).  


www.giornalesentire.it 2016
 

Scatti d'autore

Scatti d'autore

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif banner_hotel.jpg