Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Salute

Ode al Limone

Ode al Limone1-limoni_5.jpg1-limone.jpg1-limoni3.jpg1-limone-trasparente.jpg
Emilio Luzza

Previene calcoli renali, combatte infezioni urinarie, aumenta le difese. Un limone al giorno, toglie davvero il medico di torno. Ode al limone dunque, perchè i suoi effetti sono molteplici. Una bella brocca al giorno con due fettine di limone, ci disseta e aiuta i reni, fà si che le urine non trattengano il calcio e quindi la formazione dei calcoli.

Ma se poi siamo così bravi da spremerci un limone al giorno al mattino a digiuno, gli effetti saranno meravigliosi. Elenchiamo dunque i suoi benefici: ostacola l’insorgere dell’osteoporosi, riequilibra il Ph del corpo, migliora la digestione, favorisce il riposo,previene raffreddore e influenze, depura il fegato, limina gli acidi urici, favorisce l’attività intestinale, dissolve i calcoli biliari, renali e i depositi di calcio che si accumulano nei reni, previene la calcolosi urinaria, contrasta i radicali liberi.

Non è tutto: previene l’invecchiamento cellulare dell’organismo, abbassa il colesterolo, favorisce la digestione, ha proprietà antibatteriche, elimina i parassiti intestinali, rafforza i vasi sanguigni, regola la pressione del sangue, ha proprietà anticancro, favorisce la produzione di energia.

Ode al limone, il frutto più utile di tutti, il più acido e ostico, ma la vera medicina naturale utile nel prevenire e curare molte malattie.

Utilissimo nella lotta al cancro. Non produce gli effetti terribili della chemioterapia, ma interessante è l’effetto che produce su cisti e tumori. Il limone è in grado di uccidere le cellule tumorali, dimostrando un’efficacia 10.000 volte più forte della chemioterapia

Lo ha detto anche Umberto Veronesi che certo non è amico della medicina naturale (è stato uno dei più acerrimi nemici del metodo Di Bella che non prevede le bombe chemio sulle quali hanno prosperato le major farmaceutiche).

“Una bella limonata fa da scudo contro il cancro" ipse dixit.

La ricerca ha evidenziato per questo frutto un ruolo speciale nella prevenzione, sebbene nessun alimento da solo possa essere uno scudo efficace se non è inserito in una dieta e in uno stile di vita salutare. Nei limoni ci sono molecole con notevoli proprietà antiossidanti, capaci di contrastare l’azione dei radicali liberi, che possono alterare la struttura delle membrane cellulari e del materiale genetico (DNA) e quindi aprire la strada ai processi di formazione della neoplasia. Sono i flavonoidi, presenti ad alte concentrazioni, e i limonoidi (che si ritrovano soprattutto nella buccia e che contribuiscono a fornire il tipico sapore agro).

In più i limonoidi hanno il potere di limitare le infiammazioni croniche, che a loro volta sono alla base, spesso, della trasformazione neoplastica dei tessuti. I limonoidi, dal canto loro, mostrano una diretta capacità di frenare alcuni tipi di cellule cancerose, come quelle del neuroblastoma: l’hanno verificato, per ora solo in provetta, i ricercatori della Texas Agriculture Experiment Station di Chillicothe (Stati Uniti).  L’ideale è una spremuta di un limone il giorno. E una spruzzata di limone sull’insalata, è un gesto che bisognerebbe ricordarsi di fare più spesso”.

Ulteriori ricerche confermano che il limone è un rimedio provato contro praticamente tutti i tipi di tumore. Non solo, è uno spettro anti-microbico contro le infezioni batteriche e i funghi, funziona come antidepressivo, utile contro stress e disturbi nervosi, regolatore di pressione alta, combattente naturale di parassiti interni e vermi.

Secondo uno studio statunitense, il limonene, sostanza contenuta nel limone, pare sia impiegata con successo nella distruzione dei calcoli nella cistifellea, e nella cura di tumori a pancreas, stomaco e intestino.

Dal 1970, dopo più di venti test di laboratorio, si rileva che distrugge le cellule maligne in dodici tipi di cancro, incluso quello del colon, del seno, della prostata, polmone e pancreas.

Addirittura, secondo l’Istituto di Scienze della Salute di Baltimora, i composti dell’albero di limone hanno dimostrato un’efficacia 10.000 volte superiore di uno dei più usati farmaci chemioterapici. Non bastasse, pare che questo tipo di terapia a base di estratto di limone abbia la capacità di distruggere solo le cellule tumorali maligne senza influire su quelle sane.

Il limone è un valido aiuto anche per chi ha poche difese immunitarie perché può “aumentare” la produzione dei globuli bianchi. Anche per quanto riguarda il trattamento del diabete, questo frutto si è dimostrato un ottimo deterrente.

Studi scientifici in fase ancora embrionale, hanno individuato nella tangeritina, elemento presente nella buccia del limone, la possibilità di controllare i livelli di colesterolo nel sangue. Allo stesso tempo, sono all’esame i suoi effetti positivi nella cura del morbo di Parkinson.

Secondo la Reams Biological Ionization Theory, il limone sarebbe l’unico alimento anionico al mondo, caratteristica che lo renderebbe particolarmente benefico per la salute, grazie al contributo dato nell’interazione tra cationi e anioni, necessaria per la produzione di energia a livello cellulare.

Bevuto il mattino, il limone aiuta a regolare l’intestino…e combatte la cellulite. Ma l’uso del limone è davvero infinito: tarmicida naturale, è sufficiente appendere negli armadi qualche sacchetto di tela contenente scorze di limone secche per tenere alla larga le tarme. Gli antichi Egizi ne usavano il succo per curare le dermatiti.

Un consiglio per chi soffre di cistite? Una spremuta di tre limoni succosi, seguiti da tre bicchieri d’acqua la sera prima di andare a dormire, con l’ordine tassativo di “tener duro” fino al mattino seguente. E anche la più resistente cistite, che gli antibiotici non riuscivano a curare, torna indietro. Provare per credere.

   

Salute

Salute

colore_rosso.jpg banner_hotel.jpg