Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Nadejda Atayev: ''In Uzbekistan la tortura è routine''

Nadejda Atayev: ''In Uzbekistan la tortura è routine''Dilorom_Abdukadirova.jpgNadejda_Atayeva_2.jpgDilorom_Abdukadirova_2.jpgNadejda_Atayeva.jpguzbekistan.jpg
vivere da perseguitati

Per denunciare l’uso della tortura in Uzbekistan, è in Italia dal 20 al 24 ottobre Nadejda Atayeva, in esilio in Francia, presidente di Human Rigths for Central Asia. Domani, 21 ottobre 2014, gli attivisti di Amnesty International in Austria, Belgio, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lettonia, Polonia, Regno Unito, Spagna e Svizzera si recheranno di fronte alle ambasciate dell’Uzbekistan o in altri luoghi simbolici innalzando cartelloni con le scritte “Basta segreti e bugie. Stop alla tortura in Uzbekistan”, per sollevare il caso di Dilorom Abdukadirova e denunciare l’uso massiccio e costante della tortura nel paese centro-asiatico.

< Dilorom Abdukadirova

Quasi 200.000 persone in 123 paesi hanno firmato un appello per chiedere al presidente dell’Uzbekistan la liberazione immediata e incondizionata di Dilorom Abdukadirova, una prigioniera di coscienza condannata a 18 anni, in carcere dal 2010 per aver preso parte, cinque anni prima, alle proteste di Andijan in favore di migliori condizioni economiche, che le forze di sicurezza repressero con centinaia di morti, per lo più manifestanti pacifici.
Dopo i fatti di Andijan, Dilorom Abdukadirova andò in esilio. Tornata nel 2010 per riunirsi alla famiglia, venne immediatamente arrestata e falsamente accusata di aver tentato di rovesciare l...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg