Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Patrick Trentini ''Sparate sul pianista''

Patrick Trentini ''Sparate sul pianista'' 1-Patrick_Trentini_4.jpg1-Patrick_Trentini_1.jpg
Esce il cd numero 8

C'è la bravura di chi si può permettere qualche virtuosismo e ci sono le emozioni. Nell'ultima fatica di Patrick Trentini (diploma in pianoforte con massimo dei voti e lode al Conservatorio di Trento dove ha anche studiato violoncello), ci sono soprattutto le emozioni.

Con il titolo "Sparate sul Pianista" (l'ottavo dei suoi cd uscito con l'etichetta Soundiva - Halidon), il musicista trentino sembra ingaggiare una sfida dalla quale sa però di poter uscire vincitore e gli ascolti su Itunes gli hanno già dato ragione.

La sorgente zampillante di note dice di solidi studi di armonia, ma si acquieta nel cuore del disco dove due brani ("verso l'ora nona" e "ricordo della Pioggia") aprono le porte della melancolia, inducendo in chi ascolta quello stato riflessivo e introspettivo che il  pianoforte sa assecondare come pochi altri strumenti.

Il compositore ha del resto alle spalle un’intensa attività legata alla musica del novecento e contemporanea, sia come solista che in formazioni cameristiche. Si vanta (giustamente) di aver appreso “per imitazione” tutte le regole del pianoforte moderno, grazie anche al dono dell'orecchio assoluto. Diversi premi in concorsi pianistici nazionali hanno già arrichito il suo curriculum dove spiccano esecuzioni trasmesse dalla RAI e dalla Radio di Stato islandese.

Nonostante la giovane età, ha tenuto più di 300 concerti i Italia e all'estero, e diretto, eseguito o inciso in prima mondiale opere di molti autori contemporanei, tra i quali Riccardo Zandonai,  Andrea Mascagni, Roman Alìs, senza disdegnare incursioni pop come tastierista con diverse formazioni. Ha lavorato anche con i Cameristi di Verona e - soprattutto - con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento suonando sotto la guida di decine di direttori (da Michniewski a  Kuhn e molti altri). Non è dunque un debuttante.

Patrick Trentini spiega in prima persona la fonte di ispirazione delle 11 tracce ispirate al tema del tempo e del viaggio, con sottili annotazioni intimistiche (come in "Eppur si vive").

“…Sono stato in silenzio. Avevo bisogno di osservare; ho dovuto guardare. E ho visto la sofferenza sui volti che amo, ho salutato impotente amici fidati che non torneranno più. Ma ho anche vissuto la gioia straripante di una piccola musa e ho respirato con forza l’aria densa del sollievo. L’ho preso e messo nelle mie note, nelle mie dita”. Ed esse lo restituiscono di nota in nota.

(Corona Perer - 13 agosto 2013)
 

Persone e idee

Persone e idee

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif