Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

i Gioielli di Disegnograve

i Gioielli di Disegnograveeventi.jpgIMG_0696.jpgdisegnograve2.jpg
Libri illustrati dall'autore

Ne “Il basilisco smarrito”  di Grazia Corte un uovo di basilisco, drago leggendario, finisce in un pollaio: il piccolo, appena nato, dovrà raggiungere la sua grotta vicino al lago, tra molte peripezie.Il tutto è illustrato da accurate linoleografie aacquarellate.

“La ballata del brigante” narra le peripezie di Mariamoro, che  fugge dalla coscrizione obbligatoria nel marzo 1809 e diviene brigante nelle fitte boscaglie della Valle di Gresta. Gloria Canestrini accompagna la ballata con disegni al tratto e raffinati tocchi di colore rosso.

“I tarocchi di Castel Corno”è raccontato in prima persona da  Martin Gross, stampatore girovago, il quale trae ispirazione dalle rovine suggestive di Castel Corno sopra Isera, per  realizzare il suo personalissimo mazzo di arcani, illustrato in xilografia a colori.

“La madonna nera della Zocchetta” è un ricordo autobiografico di Marco Dallari, un incontro inaspettato sulle colline dell’appennino  modenese, dove fantasia e realtà si mescolano con sapienza, come le prelibatezze della piccola osteria ove si svolge. I collages dell’autore fanno da contrappunto alla narrazione.

Con “Il giardino delle parole” l’autrice di origine indiana Jamila Chandra attualizza un’antica leggenda indiana con un guizzo di divertimento, spiegando  l’origine delle parole e correda il racconto con immagini tratte da disegni Tamil.

Marie Martellet, in “Voci di Parigi” racconta i suoni, le voci, i rumori, la musica, che fanno da guida ad una serie di incontri inaspettati e fantastici  nella Parigi di oggi. I brevi racconti sono illustrati da ironici capilettera, alla maniera gotica.

“Sirene e lavandaie” di Mimma Mendini è ambientato sulle rive del lago di Garda, le cui profondità  si popolarono un tempo di misteriose  presenze, qui raccontate con ironia in una storia strana, quanto avvincente, arricchita di delicati acquerelli.

“La gita al frassen” di Alois Gutwein ricorda lo speciale rapporto tra il celebre litografo bavarese e la città di Rovereto, ed in particolare il Palazzo Rosmini. Suggestivi schizzi in inchiostro seppia e violetto commentano il racconto.

“Marco Palmezzano” è il titolo del breve e sorprendente  “noir” di Maurizio Matrone, con illustrazioni tratte da antichi dipinti.

In preparazione altre due  opere: “Il mare sul retro” è il racconto di Dardo, dove  la solitudine assume la dimensione del presente, mentre il passato e il futuro si fondono tra i flutti. Panorami lunari sono tratteggiati da fitti reticoli in acquaforte.

“Il sentiero dei dodici mesi” propone  un mondo di piante, animali, suoni,profumi, nuvole, pioggia, vento e sole: un anno raccontato in poesia e illustrato da carte ritagliate da Gunvald Carlsson, percorrendo lo stesso sentiero ai margini del bosco.

La casa editrice ha presentato questeedizioni con grande cura artigianale sia a Trento (presso Studio d’Arte  Andromeda di Trento) che a Rovereto nell'antica Biblioteca Civica Tartarotti. Grande interesse è stato espresso da librerie e gallerie (tra queste Galleria d’arte Scoglio di Quarto a Milano).

 

Arte e cultura

Arte e cultura

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif