Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Modigliani alla Gam di Torino

Modigliani alla Gam di Torino1-modigliani2.jpgmodigliani.jpgCarlo_Valentini_Elvira_giornale_sentire.jpg
Dal 14 marzo 2015

La GAM Torino  (Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea) celebra dal 14 marzo 2015 uno straordinario protagonista della storia dell'arte Amedeo Modigliani, "artista maledetto"  ancora oggi considerato uno dei grandi interpreti della pittura europea del Novecento. Saranno esposte circa 90 opere, tra cui sessanta capolavori provenienti dal Centre Pompidou di Parigi e da importanti collezioni pubbliche e private d’Europa. La mostra è promossa da GAM e prodotta da MondoMostre e Skira editore in collaborazione con il Musée National d’Art Moderne - Centre Pompidou di Parigi. La curatela scientifica è affidata a Jean-Michel Bouhours, accreditato studioso di Modigliani e curatore del dipartimento delle collezioni moderne del Centre Pompidou di Parigi. Un libro dedicato alla modella dell'artista è uscito qualche anno fa a firma del gironalista Rai Carlo Valentini. Ne parliamo in questa pagina.

< immagine tratta dal film su Modigliani
"I Colori dell'Anima" interpretato da Andy Garcia


***

Elvira la modella di Modigliani
di Corona Perer

E' la storia romanzata di una donna. Non comune e dentro una storia non-comune. Attorno a lei ruota un'opera-icona di gran lignaggio e dalla firma importante quella di Modì.

Elvira "la Quique" di Amedeo Modigliani era non solo la modella ma anche l'amante.  Quando non posava, frequentava con lui la Parigi bohemienne in cui il bel pittore italiano si era fatto notare per gli eccessi e la creatività. E' il periodo migliore per l'artista che morirà giovane e in povertà lasciando dietro sé anche alcune leggende legate alla distruzione di tutte le sue opere.

Aveva chiuso gli occhi senza sapere che il mondo lo avrebbe annoverato tra i grandi e che la casa d'aste Sotheby's - un giorno - avrebbe battuto per 31 milioni di dollari un suo quadro: accadde a New York nel novembre 2006. Ma che si poteva dire di quella modella  intimamente legata al pittore tanto da comparire in numerosi dei suoi nudi, intrigante (senza mai perdere in castità) che fissa osservava i posteri, immersa nel fascino compositivo del pittore toscano?

Tenta una risposta il giornalista della Rai Carlo Valentini con il romanzo "Elvira, la modella di Modigliani" (Graus editore). Attorno alla bella e silente figura femminile, Valentini costruisce una narrazione che calamita e getta il lettore nella Parigi degli artisti: da Picasso a Renoir, da Cezanne a Matisse. Siamo nel periodo della Belle Epoque, mondana e felice, ignara di quello che di lì a pochi anni si scatenerà sull'Europa. Parlando di Elvira, Valentini ricompone un mosaico di relazioni e fatti attraverso i quali rileggere in controluce la storia dell'artista infelice.

E il risultato è l'affresco di un'opera tra gioia e libertà. E di una vita: tra amori e tradimenti che la guerra ferma e segna tragicamente. Molti pittori vennero chiamati al fronte, non Modigliani che fu scartato per le sue malandate condizioni di salute. Ma ciò che divise davvero la modella prediletta dal suo artista fu un tradimento: Amedeo si invaghisce della bella e disinibita Beatrice figlia di un  filatore  londinese.

"Non volermene" disse Amedeo ad Elvira. "Devo seguire il mio istinto come nell'arte rincorro l'ispirazione, ho bisogno di avventurarmi nell'universo femminile, esplorarlo, carpirne i segreti". Questo era Modì.



 

MODIGLIANI E LA BOHÈME DI PARIGI
A cura di Jean-Michel Bouhours
GAM – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino
14 marzo – 12 luglio 2015

 

< foto: il giornalista della Rai Carlo Valentini

Arte e cultura

Arte e cultura

185x190.gif colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg google_1.png photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif