Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Erri De Luca ''Le parole senza significato''

Erri De Luca ''Le parole senza significato''USA_QUESTA.jpgfilm_Erri_De_Luca_7.jpgUSA_QUESTA-001.jpgErri_primo_piano_12.jpg
di Corona Perer

Dare la parola un tempo aveva significato. Solitamente comportava un impegnarsi con tutto il proprio onore di persona. Oggi non è più così, constatazione che si fa ancora più amara per chi crede alla responsabilità della parola. Perciò il commento politico alla recente situazione politica italiana del dopo elezioni non può che essere tranchant. "Il voto? Carta straccia per chi ci governa". La parola data, insomma. è stata tradita. E' nella parola scarna, amara, vera, che Erri De Luca trova il suo "centro".
La sua particolare predilezione è per quella sacra a cui si è avvicinato - da laico e non credente. "Ha salvato tutti i miei risvegli, rendendo accettabile l'attrito con la vita. Così mi sono ostinato a trafficare la Parola, alla fine credo solo di essere solo diventato proprietario della lingua italiana" ci aveva detto a Rovereto dove aveva parlato del suo rapporto con i testi sacri arrivati a noi "approssimati per difetto".
La Sacra Scrittura che lui ha studiato da solo, quando ancora non era scrittore e faceva l'operaio, è un territorio che frequenta ancora: ha appena finito di tradurre il libro di Ester, come racconta in questa intervista. "Non sono però un credente" precisa. E quando gli avevamo chiesto perché ciò non fosse accaduto, aveva risposto "...non lo so...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Persone e idee

Persone e idee

Isgr.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg