Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Ambiente

Sos rinoceronti: il Muse in prima linea con l'Arca di Noè

Sos rinoceronti: il Muse in prima linea con l'Arca di Noè1-rinoceronte.jpg1-Rinoceronte_filhote-001.jpg1-rinoceronte_bis.jpg800px-Sumatran_Rhinoceros_Way_Kambas_2008.jpg
Desaparecidos

Sono rimasti solo in 14 esemplari. Gli ultimi, orgogliosi rappresentanti della specie dei rinoceronti di Sumatra trascorrono la loro esistenza in cattività nell'isola del Borneo. L'unica speranza sarebbe ricreare artificialmente quella variabilità genetica che consenta la sopravvivenza e introdurla nel loro dna.
Ci sta pensando l"Arca di Noè" l'ambizioso progetto che unisce Verona, Trento e la Sabah Foundation, che nel Borneo malese si occupa di salvaguardia della biodiversità, proprio con l'obiettivo di salvare dall'estinzione i rinoceronti di Sumatra e, potenzialmente, qualsiasi altra specie.

Uno staff del MUSE Museo delle Scienze di Trento, come noto ha messo a punto un kit: un laboratorio mobile che sta in una valigia, con il quale è possibile "leggere" il dna ovunque, persino nella foresta. Con conseguenze inimmaginabili in tema di tutela e salvaguardia delle specie, anche delle più rare e delicate. Nella Maliau Basin Conservation area,  lo scorso luglio Massimo Delledonne e Michele Menegon del MUSE, sono venuti a conoscenza del destino, segnato, dei rinoceronti di Sumatra e hanno accettato l’invito dei malesi di leggere il genoma di tutti e 14 i rinoceronti rimasti così da permettere, in un futuro davvero prossimo, la creazione di una sorta di "Jurassic Park" delle specie animali in pericolo. Con la differenza che invece...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Ambiente

Ambiente

Isgr.jpg copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg DECENNALE.jpg