Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Expo2015: i numeri

Expo2015: i numerieuregio_1.jpgeuregio_25.jpgFranco_Zanchi_giornale_SENTIRE.jpgexpo_giornale_sentire_8.jpgexpo_giornale_sentire_24.jpg
Primi bilanci

Ventuno milioni e mezzo di bliglietti. Nessuno era disposto a scommetterci ma la matematica non è un'opinione e il raggiungimento dell'obiettivo dice che Expo ha funzionato.

E' andata molto bene allo stand dell’Alto Adige che durante i sei mesi dell’esposizione mondiale ha accolto 12 milioni le persone interessate a vedere lo spazio dedicato alla Provincia di Bolzano. "Abbiamo presentato le eccellenza di una terra rivolta al futuro", ha commentato con soddisfazione il presidente Arno Kompatscher.

"Expo 2015 si conclude in maniera decisamente positiva in linea generale, grazie al traguardo dei 20 milioni di visitatori raggiunto nonostante le prime difficoltà, e con un bilancio lusinghiero per l'Alto Adige. Il nostro stand organizzato da EOS, infatti, è stato letteralmente preso d'assalto fin dall'inizio: una stima approssimativa parla di circa 12 milioni di visitatori con ricadute positive non solo in termini di immagine. Sono tante, infatti, le ditte altoatesine presenti sia presso lo stand che all'interno di altre realtà di Expo 2015, che sono riuscite a creare nuovi contatti in tutto il mondo" ha detto il governatore altoatesino.


< tante code soprattutto nell'ultimo mese



Se a partire dal 1° novembre si dovrà parlare al passato di Expo 2015, la rassegna mondiale ospitata dal capoluogo lombardo rappresenta la piattaforma ideale per pensare al futuro. Che per l'Alto Adige significa turismo, in virtù dell'imminente stagione invernale, ma non solo.

"Expo è un palcoscenico per il domani - ha proseguito Kompatscher -  e per quanto ci riguarda ciò significa dare visibilità alle eccellenze altoatesine in tema di tecnologie alpine. Il nostro know-how della neve è riconosciuto a livello mondiale perché sappiamo far coesistere innovazione, ricerca e tecnologia con una grande attenzione alla tutela dell'ambiente".

Franco Zanchi (nella foto a fianco) è l'uomo comunicazione del Padiglione Italia: capo-ufficio stampa di un team che dalla piattaforma al secondo piano del padiglione, gestisce una delle aree più delicate: non solo i rapporti con la stampa ma anche la veicolazione di ogni contenuto nel sito ufficiale e nei social network avendo cura di dare spazio alle tante realtà rappresentate.

Dal suo ufficio sono transitate tutte le promozioni italiane. Per l'Alto Adige ai media italiani presenti è stato presentato il progetto di mobilità "treno & sci".
"La mobilità in tutti i campi, dalle funivie ai treni fino all'aeroporto - ha concluso il presidente Arno Kompatscher - sarà la sfida del futuro per l'economia altoatesina".
31 ottobre 2015






 

LEGGI
> Expo 2015, i numeri
> "Ricaduta positiva anche per il Trentino"
> Lo show del Trentino con Adriana Volpe
> Expo 2015: il Padiglione Italia resta
> Expo 2015: vetrina per i i sapori trentini
> L'Expo trentina di Mart, Muse e Palazzo Albere
> Palazzo delle Albere vetrina per Expo2015
> Treni e bus speciali  per Expo2015
> Anche Gubbio ha presentato le sue eccellenze


 

 

fotoservizio : www.giornalesentire.it

Viaggi

Viaggi

banner.jpg colore_rosso.jpg 185x190.gif banner_gusti.jpg viaggio_2.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg