Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Wuux by Flavio Galvagni

Wuux by Flavio Galvagni inaugurazione_WUUX_2.jpginaugurazione_WUUX_6.jpginaugurazione_WUUX_11.jpgFlavio_Galvagni.jpg
Sculture di Luce

Empty ha inaugurato una nuova mostra ospitando la la collezione “stecco” che nasce da un desiderio di sperimentazione. "Questa collezione sintetizza una ricerca nel campo dell’illuminazione che, partendo dal segno naturale, combina legno e tecnologia led con un approccio evocativo e minimalista" spiega Flavio Galvagni che ne è l'ideatore e l'artista. "In realtà le forme sono frutto della sapiente opera della natura, sedimentata lungo un ampio arco di tempo" aggiunge il prfessionista che ha studio a Rovereto, il Lab-Zero.

Nel realizzare le lampade recupera un risultato formale con una azione di manipolazione volta a riscrivere la funzione del ramo. Ecco così che il ramo diventa lampada-altana. Ma sarebbe riduttivo sintetizzare: queste -  di fatto - sono sculture luminose. Ogni lampada e’ un prodotto artistico unico perche’ univoca e’ l’azione della natura che ha creato tali forme.

"Il legno di queste lampade proviene dai boschi della Vallagarina. una paziente ricerca ha permesso la
individuazione delle strutture ramificate piu’ idonee per creare delle fonti luminose con un preciso
carattere e una spiccata personalità".

"L’intervento di modifica operato si limita ad un innesto di componenti tecnologiche dichiaratamente visibile nella cucitura presente sul tronco, con un ricamo che ne suggella e chiarisce la nuova funzione" - aggiunge Galvagni. Il risultato è una presenza scultorea che di notte diventa illuminazione.

Nel suo lavoro l'architetto impiega legno raccolto, principalmente rami di piante cadute o abbattute da eventi naturali, che viene portato a nuova vita mediante l’individuazione di un loro nuovo utilizzo: illuminare gli ambienti domestici con un prodotto innovativo, naturale e sostenibile.




> la serie “stecco” è una collezione di lampade realizzate
artigianalmente utilizzando solamente legno residuale
[scarto vegetativo] derivato dal ciclo di crescita
naturale degli alberi dei boschi del trentino.





La piccola mostra allestita da Empty è l’incipit di un cammino che condurra’ alla presentazione di nuove collezioni luminose, oggetti da inserire negli spazi domestici piu’ esigenti. Lavorando anche sul fattore "stupore" la luce viene sempre da una materia inaspettata.

Le essenze utilizzate sono il frassino, l’acero di monte, il corniolo e la betulla. Le superfici dei rami sono sia scortecciate sia lavorate a mano mediante raspa e pialla, per esaltarne le curvature e i segni sedimentati nel tempo. Ogni lampada e’ numerata in serie limitata e prodotta rigorosamente a mano.





> i prodotti Wuux sono tutti progettati dallo studio di
architettura lab zero/arch. Flavio Galvagni di Rovereto.
Nelle foto di questa pagina l'inaugurazione
accompagnata dalla musica di Irio Zenatti e da un calice
di Trento Doc bio della cantina di  Marco Tonini (Isera)

 


 
 
 
 
 
 
Persone e idee

Persone e idee

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif