Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Ambiente

Riscaldamento globale e calotte glaciali

Riscaldamento globale e calotte glacialiFrozen_Stories4.jpgFrozen_Stories.jpgFrozen_Stories3.jpgFrozen_Stories9.jpg
La tenuta dei ghiacciai

Mentre a Rovereto si scaldano i motori per il 1° festival della Meteorologia, Trento si prepara ad accogliere una interessante conferenza dedicata alla relazione tra il riscaldamento globale in atto e lo stato di salute delle calotte glaciali e dei ghiacciai delle Alpi.

Se ne parlerà nella Conferenza promossa dall’Osservatorio Trentino sul Clima e prevista a Trento il prossimo 9 ottobre presso la Sala di Rappresentanza del Consiglio Regionale, in piazza Dante a Trento. Recenti studi sugli effetti a livello globale e le ultime misure sulla forte riduzione dei ghiacciai anche in Trentino saranno presentati dai relatori invitati alla discussione.

Si cercherà così di capire se davvero siamo prossimi alla scomparsa dei ghiacciai.
La serata sarà introdotta da Tiziano Mellarini, assessore alla cultura, cooperazione, sport e protezione civile, e da Roberto Bertoldi, dirigente generale della Protezione Civile e coordinatore dell’Osservatorio Trentino sul Clima.

Tra i relatori interverrà Silvia Frisia, che dal 2007 è parte dello staff del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Newcastle in Australia e al momento è anche Honorary Professor presso il Dipartimento di Geografia dell’Università di Melbourne, che si occupa di ricerca nel settore della paleoclimatologia. Frisia ha raggiunto fama mondiale per l’applicazione di tecniche all’avanguardia per riconoscere gli ambienti del passato e le loro risposte al clima in minerali noti come carbonati, di cui il Trentino è ricchissimo.

Il suo intervento presenterà i risultati di importanti ricerche sulle cause del collasso delle calotte glaciali e la ritirata dei ghiacciai alpini che sono più rapide di quanto previsto dai modelli di simulazione climatica.
 I dati sorprendenti delle analisi effettuate in ambienti subglaciali, danno un nuovo impulso allo studio degli scenari climatici futuri a livello mondiale.

La serata sarà poi l’occasione per presentare un quadro più in dettaglio dello stato di salute dei ghiacciai trentini anche alla luce dell’intensa fase di ritiro osservata a seguito dell’estate appena conclusa.

Alberto Trenti, direttore di Meteotrentino, presenterà lo stato di arretramento dei ghiacciai trentini descrivendo l’accelerazione degli ultimi decenni fino alla calda estate 2015 e illustrerà anche le cause di questi fenomeni con particolare riguardo agli andamenti delle temperature e delle nevicate. Christian Casarotto, ricercatore presso il Museo delle Scienze (MUSE), presenterà infine uno studio appena concluso relativo al rilevamento sul terreno, digitalizzazione GIS e analisi dell’estensione dei ghiacciai trentini dal massimo raggiunto alla fine della Piccola Età Glaciale (1850 circa) fino alla riduzione attuale.
www.giornalesentire.it - settembre 2015




Le inmagini sono tratte dalla
mostra "Frozen Stories
Reperti dai ghiacciai alpini"
Museo Archeologico dell’Alto Adige

 

Ambiente

Ambiente

colore_rosso.jpg 185x190.gif google_1.png banner_hotel.jpg