Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Popoli

L'Onu è morta a Srebrenica

L'Onu è morta a Srebrenicasrebenica2.jpgsrebrenica-3.jpgSrebrenica.jpgmontenegro_ugun5.T0.jpg
Olanda prima responsabile

"Quasi due decenni dopo, per la prima volta chiama un governo a rispondere della condotta dei suoi peacekeeper sotto mandato Onu"  aveva dichiarato Jezerca Tigani, vicedirettrice del Programma Europa e Asia Centrale di Amnesty International un anno fa quando la Corte, decretò la responsabilità degli olandesi.

Ma nulla si è saputo dopo il verdetto del Tribunale dell'Aja sui risarcimenti, dovuti e giusti. Srebrenica è stato il fallimento più grave che l'Onu porti sulla sua coscienza tra tante omissioni (Siria, Turchia, Iraq, Medio Oriente) e un ruolo che ha perso sempre più peso e significato.

In questi giorni la storia giudiziaria ha riscritto il capitolo. Srebrenica fu volontariamente "sacrificata" dalle cancellerie di Usa, Gran Bretagna e Francia alla Realpolitik, sull'altare di una pace "a ogni costo" con i serbo-bosniaci di Mladic.

Furono le truppe dell'ONu le vere complici: fornirono addirittura fornirono la benzina usata per i camion che trasportarono le vittime e anche per i buldozer che poi coprirono le fosse comuni.

Il tutto accadde venti anni fa: tra il 13 e il 15 luglio 1995 quando 8.000 musulmani  furono massacrati. La  cittadina bosniaca sotto protezione Onu fu vergognosamente consegnata proprio dai suoi "difensori", i caschi blu olandesi dell'Onu, ai sanguinari carnefici di Ratko Mladic.

 

< foto: il memoriale luogo tragico
che gronda lacrime e una disperazione

mai risolta del tutto





A questa conclusione è pervenuta un'inchiesta pubblicata oggi dall'Observer, il domenicale del Guardian, basato in gran parte sul materiale raccolto dalla giornalista di le Monde Florence Hartmann in 15 anni di lavoro su un libro-dossier. Quello che l'Observer consegna al pubblico è un dossier spietato, che tira in ballo molti dei politici, diplomatici e leader militari che 20 anni fa ebbero un ruolo negli eventi, tingendo i contorni della terribile vicenda con con un mix fra i colori del cinismo e dell'ingenuità.

E.Luzza - 6 luglio 2015










LEGGI

> CERCAVAMO LA PACE











 

Popoli

Popoli

colore_rosso.jpg 185x190.gif google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif