Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Popoli

L'Onu č morta a Srebrenica

L'Onu č morta a Srebrenicasrebenica2.jpgsrebrenica-3.jpgSrebrenica.jpgmontenegro_ugun5.T0.jpg
Olanda prima responsabile

"Quasi due decenni dopo, per la prima volta chiama un governo a rispondere della condotta dei suoi peacekeeper sotto mandato Onu"  aveva dichiarato Jezerca Tigani, vicedirettrice del Programma Europa e Asia Centrale di Amnesty International un anno fa quando la Corte, decretò la responsabilità degli olandesi.

Ma nulla si è saputo dopo il verdetto del Tribunale dell'Aja sui risarcimenti, dovuti e giusti. Srebrenica è stato il fallimento più grave che l'Onu porti sulla sua coscienza tra tante omissioni (Siria, Turchia, Iraq, Medio Oriente) e un ruolo che ha perso sempre più peso e significato.

In questi giorni la storia giudiziaria ha riscritto il capitolo. Srebrenica fu volontariamente "sacrificata" dalle cancellerie di Usa, Gran Bretagna e Francia alla Realpolitik, sull'altare di una pace "a ogni costo" con i serbo-bosniaci di Mladic.

Furono le truppe dell'ONu le vere complici: fornirono addirittura fornirono la benzina usata per i camion che trasportarono le vittime e anche per i buldozer che poi coprirono le fosse comuni.

Il tutto accadde venti anni fa: tra il 13 e il 15 luglio 1995 quando 8.000 musulmani  furono massacrati. La  cittadina bosniaca sotto protezione Onu fu vergognosamente consegnata proprio dai suoi "difensori", i caschi blu olandesi dell'Onu, ai sanguina...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Popoli

Popoli

copello_sentire.jpg colore_rosso.jpg banner_GIF_Sentire.gif DECENNALE.jpg