Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Ambiente

Neve e Gelo: il 2017 ci mostra il disordine climatico

Neve e Gelo: il 2017 ci mostra il disordine climaticoparco-stelvio-11.jpgRifugio-Malghera_Valtellina.jpgnuove_sci_14.jpg
Capire la Terra

I viscosi cali termici sarebbero prova del surriscaldamento. Anzi no: sarebbe in arrivo una nuova era glaciale. Gli scienziati sono divisi. I meteorologi ribadiscono che il clima di gelo di inizio 2017 è l'altra faccia medaglia dell'anno più caldo del secolo: il 2016. Tanto che in Antartide si è staccato un iceberg grande come la Liguria: 18 km in due settimane la frattura del pezzo di ghiaccio che sarebbe diretto verso nord dove le temperature delle acque più calde favorirebbe il suo scioglimento e di conseguenza un innalzamento del livello delle acque. E allora costa sta succedendo: ci scaldiamo o ci raffreddiamo. Gli scienziati sono orientati a dire che le parole più corrette sarebbero due: disordine climatico. Ovvero quella situazione di caos che produce tempeste, uragani, sbalzi termici e non un'unica dinamica, ma tante dinamiche, discordanti tra loro. Eppure c'è chi porta prove di una nuova era glaciale come scrive nell'articolo di questa pagina Manuel D'Elia.
www.giornalesentire.it - gennaio 2017

***

Nuova era glaciale in arrivo, altro che surriscaldamento

di Manuel d'Elia

Esperti di tutto il mondo confermano l'arrivo di una nuova era glaciale (Esperti ipotizzano l'arrivo di una nuova era glaciale) Altro che surriscaldamento della terra.
Abbiamo scritto spesso di geoingegneria clandestina. Nei precedenti articoli, abbiamo riportato l'opinione, condivisa dagli esperti e dagli attivisti che si occupano del fenomeno, che gran parte dei disastri che accadono ormai così di frequente (alluvioni, bombe d'acqua, trombe d'aria, ecc.) non siano di origine naturale, ma il risultato di test di modificazione climatica.

Ma siamo andati oltre, indicando come questi eventi catastrofici potranno essere usati per incentivare e rendere palese le attività di geoingegneria, proponendole come soluzione ai problemi che essa stessa causa.
Ritorniamo ora sull'argomento per evidenziare come questo rischio sia concreto, segnalando, tra i tanti, un articolo comparso sull'Harvard Magazine nell'estate 2013: "Buffering the Sun".

Il professor David Keith, docente di fisica applicata presso la prestigiosa università statunitense ed esperto di cambiamenti climatici, con il proposito di contrastare gli effetti di questi ultimi fa alcune proposte.
Tra queste, figura l'idea di modificare una flotta di aerei per renderli atti a disperdere solfati nella stratosfera, dove si combinerebbero con il vapore acqueo per formare aerosol che, dispersi dai venti, coprirebbero tutto il globo riflettendo i raggi solari e riducendo di conseguenza le temperature e mitigando così il riscaldamento globale.

Ecco quindi come su una questione non provata (il riscaldamento globale, ma secondo alcuni studi, potrebbe essere in arrivo l'esatto opposto, ossia una nuova era glaciale), vengono proposte "soluzioni" potenzialmente dannose; i solfati dispersi nell'atmosfera, una volta scesi a terra, verrebbero respirati anche da noi. Soluzioni dall'esito altamente incerto: secondo lo scienziato Antonino Zichichi, le previsioni meteo sono inaffidabili già a 48 ore, figuriamoci quanto può essere attendibile un'ipotesi di lungo periodo di mitigazione del clima a seguito degli aerosol suggeriti da Keith.

In tutto questo, rincuora leggere i commenti degli utenti all'articolo sull'Harvard Magazine, ora in apparenza non più visibili. Ne riportiamo uno per la cronaca:
"Keith is about 20 years too late. Apparently, he never goes outdoors or he'd have seen the geoengineering nightmare in the skies that has been taking place all over the planet".
Ci permettiamo quindi di suggerire al professor Keith di guardare fuori dalla finestra del suo studio e osservare le scie bianche che sicuramente incrociano anche nella "sua" porzione di cielo. La geoingegneria e la dispersione di aerosol nell'atmosfera appare essere già ampiamente in atto, ed è con molta probabilità la causa dei problemi che egli vorrebbe combattere con... la geoingegneria!


Per saperne di più:
> Buffering the Sun (in inglese)
> Esperti ipotizzano l'arrivo di una nuova era glaciale

Ambiente

Ambiente

DECENNALE.jpg banner.jpg apivita.jpg colore_rosso.jpg banner.jpg