Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Arte e cultura

Gian Antonio Cecchin, ''MericaMerica''

Gian Antonio Cecchin, ''MericaMerica''dida-new1-001.jpgGACecchin_11.jpgMericaMericaGACecchin_7.jpgMericaMericaGACecchin_12.jpg
Migranti d'altri tempi
Il progetto "Merica Merica" continua: la mostra degli studi preparatori è adesso esposta a Cittadella e durante il periodo natalizio verrà portata a Tonadico di Primiero.
Nel frattempo, come chiusura "cronologica" dell'intero progetto, è stato preparato un calendario 2016. Ad ogni copia verrà allegata una busta contenente il dvd con selezione dei filmati registrati nel corso del progetto in Brasile.

Le iniziative fanno seguito alla mostra del luglio scorso nella Sala degli Elefanti della Birreria Pedavena, dove sono stati esposti gli studi preparatori del progetto  del pittore feltrino  Gian Antonio Cecchin su iniziativa del Comitato Veneti in Rio Grande do Sul (BR) nell'ambito del 140° anniversario della migrazione italiana.

"MericaMerica" trae origine da precedenti esperienze artistiche che l'autore feltrino ha avuto  nel 2007, 2009 e 2012 in occasione di visite ufficiali di Municipalità feltrine per l'instaurazione di rapporti di amicizia all'interno del progetto promosso dalla Regione del Veneto con la finalità di avviare e consolidare rapporti e scambi culturali ed economici con le locali comunità di origine veneta.

L'iniziativa ha visto inizialmente il coinvolgimento di alcune Municipalità del Rio Grande con significativa presenza di origine triveneta per realizzare in luoghi istituzionali (sedi municipali, case di cultura) un dipinto parietale sui temi legati alla storica migrazione italiana, alle comuni radici culturali, alle tipicità agricole e socio-economiche locali ed a eventi storici peculiari del luogo. Hanno dato al propria adesione le Municipalità di Bento Concalves, Santa Tereza, Ibarama, Faxinal do Soturno, Sao Joao do Polesine, Dona Francisca, Nova Palma e Jaguarì.

Ogni comunità ha fornito a Cecchin i principali argomenti da considerare nell'impianto compositivo, che vanno dalla produzione agricola (vino, riso, tabacco, frumento, mais) alle vicende storico-ambientali legate all'arrivo dei primi coloni, alle prime “riduzioni” gesuitiche ed ad altre peculiarità locali. Sulla base dei contenuti suggeriti sono stati realizzati gli studi preparatori, dai quali vengono ricavati i “cartoni” in dimensioni reali per la riproduzione in loco con l'antica tecnica dello “spolvero”. Le dimensioni di ogni singolo dipinto variano tutte su diverse e ampie dimensioni.

Per l'occasione è stato realizzato un catalogo bilingue che presenta il progetto, patrocinato, fra gli altri, dal Consolato italiano in RS e dalla Regione del Veneto,  con saluti istituzionali, una scheda storica delle 8 comunità riograndensi aderenti, interventi critici degli esperti d'arte Giuditta Guiotto, Tiziana Casagrande e Dino Bridda, un nutrito apparato iconografico e una toccante lirica dedicata all'autore dal poeta dialettale Rino Budel.

 

Arte e cultura

Arte e cultura

185x190.gif colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg google_1.png photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif