Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Il Mart secondo Gianfranco Maraniello

Il Mart secondo Gianfranco Maraniello maraniello_direttore_mart_giornale_sentire.jpgdida-new-001.jpgMaraniello2.jpg
''Lavorare tutti insieme''

"Il Mart è un museo molto solido con grandissime prospettive, collezioni importantissime da esporre, sono convinto si debba lavorare con tutte le realtà del territorio. Insieme dobbiamo costruire un progetto chiaro e trasparente, dobbiamo allargare la collaborazione per dare senso a quello che facciamo". Gianfranco Maraniello si è presentato alla stampa un anno fa, il 5 giugno 2015.

Gli vengono riconosciute qualità curatoriali e alta managerialità. Nato a Napoli, moglie giapponese, padre di due figli, è l'uomo al quale viene assegnato il compito del rilancio.
Consapevole della responsabilità che gli è stata affidata, ha definito un onore dirigere il Mart.

Ha un curriculum di altissimo profilo per i suoi 46 anni: ha diretto il Mambo, laurea in Filosofia è stato per sette anni redattore della rivista Flash Art, poi agli inizi del 2000 Curatore Palazzo delle Papesse il Centro Arte Contemporanea di Siena.

Già Curatore della MACRO a Roma, è stato contemporaneamente per 5 anni docente al Master per Curatori Museali ed Estetica dei Nuovi Media alla Accademia di Brera - Milano e  all'università "LA SAPIENZA" al master per Curatori Musealinel (2006). Nel suo profilo anche curatele internazionali: è stato Curatore della VI Biennale Internazionale d'Arte di Shangai.


"Il clima è molto buono, abbiamo grandi possibilità e progetti, se qualcosa va storto i prossimi anni date pure la colpa a me. Siamo in una fase di esplorazione sul territorio dell'arte e questa e' la parola che userò spesso: il territorio che non è solo il "nostro" territorio di appartenenza ma è molto più ampio del nostro domicilio. Faremo veramente qualcosa di importante tutti insieme" ha assicurato Maraniello.

"Il Museo deve essere un luogo di ricerca e di qualità culturale dalla solida reputazione internazionale e, nel contempo, saper essere interlocutore e centro d’ascolto delle istanze del territorio - ha proseguito - Un’istituzione non è nulla senza il suo territorio, così come un direttore non è nulla senza il proprio staff. Per questo è necessario elaborare un progetto chiaro, trasparente, condiviso da tutti i livelli, fuori e dentro il Museo. Il posizionamento del Museo e i suoi obiettivi strategici – ha spiegato – ­ ­ vanno fissati e condivisi per favorire la conoscenza e la frequentazione di un Museo aperto, dialogante e solido”.

Alla presentazione c'era anche il sindaco di Rovereto Francesco Valduga che da primo cittadino ha dato il benvenuto al nuovo direttore. “La mission di questo Museo -  dice Valduga - è fare formazione e ricerca dal punto di vista culturale. I roveretani devono sentire questo museo come parte integrante della città e della  popolazione”.
Il museo dunque come identità, un'istituzione che serve a rafforzarla, migliorarla e aprirla al mondo per far sì che il mondo venga a Rovereto.

La  presidente del Mart Ilaria Vescovi: “...del nuovo direttore Gianfranco Maraniello abbiamo apprezzato la serietà e la professionalità abbiamo scelto tra 140 candidature una persona competente, solida, matura sotto il profilo artistico nel contempo giovane, fresca, curiosa e sopratutto entusiasta di intraprendere questa sfida. Persona stimata sopratutto per fatti oltre che le parole” ha detto la Presidente che ha annunciato la prossima costituzione del comitato scientifico.

“Dovremo gestire un budget di una certa rilevanza con il quale si possono fare tante cose importanti e ci permetterà di mantenere il livello di eccellenza finora conseguito. Consegniamo questo scrigno nelle mani del nuovo direttore con l'augurio di un buon lavoro”.

(con la collaborazione di O. Galletti)
 


> Il Mart su Giornale SENTIRE

E' Gianfranco Maraniello attuale direttore del Mambo, il nuovo direttore del Mart. La scelta definitiva e l'annuncio alla stampa oggi al termine del cda che in questi ultimi mesi aveva portato avanti i colloqui di una rosa ampia di candidati scaturita da ben 128 autocandidature.

Maraniello, classe 1971, nato a Napoli, profilo internazionale e moglie giapponese, nonchè padre di due figli, lo ha saputo oggi poco prima che l'annuncio venisse dato formalmente alla stampa.

"E' una figura completa, solida, molto collboativa, prota alle sfide, entusiasta già di portarle avanti con il Mart" ha detto la presidente Ilaria Vescovi che si è detta compiaciuta per l'elevatissimo profilo dei candidati che si erano proposti alla guida del museo. "Segno che il Mart gode di una reputazione alta e rapresenta una unicità nel panorama italiano".

Ci vorranno circa due mesi prima che possa diventare operativo, Maraniello infatti deve dare le dimissioni dal mambo una galassia di 12 musei a Bologna. E' presumbile che possa firmare la sua prima mostra a fine 2015 perchè nel frattempo prosegue la programmazione decisa dalla precedente direttrice Cristiana Collu che a marzo prevede l'inaugurazione della mostra #CollezioneMart ovvero un riallestimento della permanente.

Maraniello eredita un timone certamente complesso con un Muse a 30 km che macina numeri e programma eventi dalla scienza alle contaminazioni tra scienza-arte-danza-fotografia sulla scia dei musei europei multidisciplinari, aperti alla cultura in senso lato.

Una bella sfida per il Museo e per il nuovo direttore al quale Giornale SENTIRE augura buon lavoro e benevenuto a Rovereto !
Corona Perer 26 febbraio 2015




APPROFONDIMENTI
> Mellarini "abbiamo lasciato al cda una autonoma decisione"
> Lunelli (vicepresidente), il Mart che verrà
> La programmazione della Collu prosegue - See more at: http://www.giornalesentire.it/article/presidenza-mart-industria-lunelli-ferrari-vescovi-bernabe.html#sthash.O4rbC7Ng.dpuf
Persone e idee

Persone e idee

colore_rosso.jpg 185x190.gif google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif