Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Attualitā

Lo Stato biscazziere

Lo Stato biscazzieregioco_azzardo_2.jpggioco_azzardo_1.jpggioco_azzardo_3-001.jpg
Malati di gioco

Non è etico uno stato che autorizza e incoraggia il gioco d'azzardo lasciando che su giornali, siti e tv compaiano pubblicità di questa droga che sta gettando sul lastrico migliaia di famiglie italiane.

Ma non è nemmeno più vero che lo Stato ci guadagni. Stando ai dati nel 2012 ha incassato in totale 8 miliardi e 100 milioni di euro. Cioè mezzo miliardo in meno del 2011.

Secondo i dati ufficiosi dell’Agenzia Dogane e Monopoli la massa di denaro puntata dagli italiani per mezzo dei vari giochi organizzati dallo Stato biscazziere ha continuato nel 2012 ad aumentare inesorabile.

Dai 79,8 miliardi di euro del 2011 a 87,1 dell’ultimo anno. Un incremento del 9,2%.

Ci calcola che siano 800 mila italiani gli schiavi del gioco compulsivo, complice la crisi che porta a sperare nel colpo di fortuna.

I soldi buttati dai cittadini nel mondo dell’azzardo pubblico sono però scesi da 17,7miliardi di euro del 2011 a 17,1 nel 2012. Con un calo di circa 600 milioni di euro pari al 3,5%. Il motivo? Ci sono meno soldi in giro.

Gli incassi dell’erario sono calati di quasi il doppio: il 6%. Il motivo: si gioca online equesti soldi sono davvero nelle mani della malavita organizzata che ha imparato a stare nella rete.

Mentre crollano le somme legate ai giochi tradizionali più tassati (meno 23,2% quelli «a base sportiva», meno 24,4% sul Lotto,meno 28,4% sul Superenalotto, meno 27,8% sull’ippica) crescono del 101,2% le «Vlt», cioè le «videolotteries».

Una tragedia che chiede interventi da parte del Ministero della Salute e della Famiglia. Oppure è solo un sogno uno stato che abbia davvero a cuore il suo cittadino?
www.giornalesentire.it









Negli archivi di SENTIRE
> La matematica spiega come si perde

 

 

Attualitā

Attualitā

colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif