Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Ma'in, le Terme di Erode

Ma'in, le Terme di ErodeTerme_Main_Giornale_Sentire.jpgmacheronte_11.jpgMain_4.jpgMain_3.jpgMain_2.jpgmar_morto_20.jpgmar_morto_11.jpgmar_morto_7.jpgmar_morto_13-001.jpgfanghi.jpg
Mar Morto e cure termali

(Ma'in / Giordania 27 marzo 2015 - Corona Perer) - La forza della natura la senti di notte con il vento che si infila nella gola del Wadi Zarqa e come un mostro si agita tutta la notte, ululando e infilandosi nelle imposte, fino a quando al mattino - come un mostro ormai stanco di lamentarsi - non supera la stretta valle e con un altro salto di 200 metri va a  soffiare  su quella sottostante, la più profonda depressione della terra a quota -400: la valle del Mar Morto.

In Giordania alle Terme di Hammamat Ma'in, 260 metri sotto il livello del mare, la forza della natura prende forma nella meravigliosa cascata che esce dalle sorgenti nella roccia. Verrebbe da dire che sgorga  "più a monte" se non fosse che il livello della sorgente si avvicina a zero metri  sul livello del mare. L'acqua esce tra i 40 e i 65 gradi ed è solforosa.


< foto: le terme di Ma'in e sopra la rocca
di Macheronte dove sorgeva il palazzo di Erode




Qui Erode il Grande curava i suoi malanni essendo affetto da psoriasi e dolori  reumatici. Scendeva dalla strada che collega le terme con la localita di  Muqawir (l'antica Macheronte) dove - sulla rocca che domina la valle del Giordano - possedeva un sontuoso palazzo organizzato come una cittadella autosufficiente molto simile a quella di Masada posta proprio sulla riva opposta nel territorio che oggi è di Israele.

Erode godeva dalla rocca una vista magnifica sulla "sua" Giudea, della quale era stato designato  governatore da Augusto. Aveva terme private, mura e torri alte 17 metri e cisterne per la raccolta dell'acqua piovana. E'  nelle stanze di questo palazzo che al cospetto del successore Erode Antipa, si svolse la danza dei sette veli al termine della quale Salomè chiese - per conto della madre Erodiade - la testa del Battista.

Si narra che la testa servita su un vassoio fu poi fatta rotolare dalla rocca. Raccolta dai seguaci del Battista, attorno al VII secolo venne portata a Damasco dove è tuttora conservata.

Delle antiche terme giordane oggi non si vede più nulla, in compenso la meta è ancora frequentata da moltissimi giordani nei fine settimana e dai turisti che hanno scelto la zona del Mar Morto per la loro vacanza.

Alloggiando nell'affascinante atmosfera dell'albergo Evason Hot Springs, un cinque stelle molto raffinato dallo stile fortemente Zen (tanto legno e tinte calde con molto arancione), si prolunga l'esperienza "forte" del deserto. Quello giordano, in questo punto, è roccioso e del tutto simile a quello che gli sta di fronte  sull'altra riva del Mar Morto (il deserto di Giuda disteso tra Israele e Palestina). 


< atmosfere Zen nell'albergo
Evason Hot Springs
(5 stelle)



L'albergo architettonicamente imponente, rivela al suo interno un'anima essenziale e minimalista. Il silenzio è rotto solo dalla cascata (di giorno) e dal vento impetuoso della notte. Al mattino è possibile gustare una sontuosa colazione con prodotti di qualità e grande varietà. C'è persino il latte di capra appena munto e il miele direttamente dal favo, i succhi in bottiglia sono  casalinghi: spremuta di kiwi, succo di ibisco.

Da qui è possibile fare anche un trekking di 8 chilometri che conduce sotto, sulla piana del mar Morto. Il bacino, 3 milioni di anni fa era una baia del Mediterraneo formatasi quando le acque entrarono nella Bassa Galilea, poi il movimento delle zolle e il loro rialzamento portò alla barriera rocciosa che trasformò il mare in un lago.
Dal 1950 ad oggi è sceso di 15 metri perchè l'acqua che evapora è maggiore di quella che entra dall'unico affluente, il fiume Giordano. Lungo 80 km e largo 15, il mare ha acque con una percentuale salina superiore al 30% cioè 4 volte superiore alla salinità del mediterraneo.



< il Mar Morto era una baia mediterranea
3 milioni di anni fa, poi le acque si ritirarono
fotoservizio: www.giornalesentire.it




La zona è torrida d'estate e nelle stagioni invernali consente bagni terapeutici e talassoterapia preziosa per la salute dell'uomo tanto che alcuni paesi come Austria e Germania hanno inserito tra la proprie prestazioni convenzionate  con il servizio sanitario nazionale la cura del Mar Morto. In italia non sono considerate, ma il Trentino ha attivato una convenzione speciale che prevede una partecipazione alle spese.

Questo mare di sale, già citato nella Genesi (1,3) era biblicamente abitato dai gaudenti cioè dagli abitanti di Sodoma e Gomorra. Oggi ci vengono i giordani  nel fine settimana (la località è a un'ora di viaggio dalla capitale Amman), ma sono molti  anche i sauditi e i giapponesi. I fanghi sono ricchi di solfati, ma i benefici derivano anche dall'aria più densa che facilita chi ha problemi respiratori.

Le acque esalano vapori di cloruro di magnesio, sodio, potassio e zolfo e il mix ha proprietà terapeutiche uniche. C'è anche il bromo con una concentrazione venti volte superiore alla media e questo facilita chi soffre di ipertensione e insonnia. E siccome il vapore si deposita sulla pelle, agendo come scudo protettivo, non ci si scotta. Dunque luogo ideale per una vacanza tutta salute, e specialmente per chi ha problemi di epidermide.

Regalarsi la talassoterapia e la balneoterapia sul Mar Morto non è difficile.
Per il turista straniero che arriva con volo di linea (la compagnia di bandiera è la Royal Jordan) c'è solo l'imbarazzo della scelta da un punto di vista alberghiero. Nella moderna  capitale ci sono ottimi alberghi e anche in riva al Mar Morto sono presenti le principali catene alberghiere (dal Marriot al Movenpick).


< Mar Morto: in spiagga si scende con l'ascensore
al Crowne Plaza (5 stelle).  La Giordania è persino
meglio attrezzata di Israele, la riva opposta
.


Il Crowne Plaza è quello più grande ed il meglio organizzato: 900 camere, 4 ristoranti interni. Alla spiaggia realizzata con la sabbia del Sinai, si scende in ascensore. Il bagno si fa in sicurezza: un bagnino assiste i turisti perchè se è vero che in queste acque si galleggia e non si può proprio annegare proprio per l'alta salinità, è anche vero che l'acqua non deve toccare le mucose di bocca e occhi. Bisogna fare attenzione come l'avrà certamente avuta anche Erode, che da questo mare e dalle vicine terme traeva grande sollievo.
Quanto ai costi la settimana costa di media a persona 900 euro (volo compreso) in strutture 4 stelle, si parte invece da 1200 euro a persone in strutture 5 stelle. Qualche info a questa pagina: > clicca
Con una certezza: la Giordania è da vedere e da provare.

C.Perer - riproduzione di testi e foto riservata

 

LEGGI

> Rania di Giordania "Abbiamo molto da offrire"
> Il Ministro "la sicurezza dei turisti non è in pericolo"
> Reportage:  Amman, capitale cosmopolita 1)
> Quanto costa andare in Giordania?
> Visit Jordan

Viaggi

Viaggi

banner.jpg 185x190.gif colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg viaggio_2.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg