Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scatti d'autore

Le Vere Menzogne di Giorgio Ceriani

Le Vere Menzogne di Giorgio Ceriani MART_E_MERCATO.jpgNUOVA_CIRCONVALLAZIONE_A_SUD.jpgRESTAURATO_PALAZZO_BALISTA-002.jpg
Come ti cambio la cittą

Una Rovereto moscovita, una frazione come quella di Lizzana che storicamente soffre per il traffico che viene improvvisamente invasa da svincoli e il Mart che diventa la piazza del mercato della frutta.

Allucinazioni? No visioni, anzi trucchi, o meglio visioni.

L'autore è Giorgio Ceriani, un appassionato fotografo non professionista, ma che ama sognare ad occhi aperti e con le tecnologie fotografiche in uso riesce a materializzare le sue visioni sun una città possibile, con ironia.

"Con l’età e col tempo, mi sono concesso alcune riflessioni sulla mia città, riflessioni che ho voluto esporre, ormai da tre anni al giudizio del pubblico, in citta’, condensate in fotografie, meglio, fotomontaggi, attinenti argomenti di interesse cittadino".

E' così che han preso forma le sue vere menzogne, un paradosso che sostanzia nella forma dell'ossimoro la sua vionarietà.  Ama precisare che, per gli argomenti ed i temi trattati, si è ispirato ai titoli della stampa locale.

"Mi sono basato su informazioni di carattere assolutamente generale, senza alcuna nota polemica verso chicchessia, Ente o persona" precisa Ceriani che ha inaugurato la sua mostra alla Biblioteca Civica di Rovereto lo scorso 23 novembre dove resterà fino al 6 gennaio.

Un lavoro che è anche una constatazione amara. "Ho scoperto che, vivendo noi in un mondo dominato dall’immagine, anzi, da milioni di immagini che ci bombardano quotidianamente da tutte le parti ed, in particolare, dalla propaganda, dalla pubblicità e dai mass media, la gente tende a credere a tutto quanto le viene rappresentato attraverso video o fotografie".

Ceriani non ha tutti i torti se si pensa alle bufale che prendono corpo ogni giorno su Facebook che sembra il regno della menzogna.

"La gente crede probabilmente per la mancanza di tempo per riflettere o approfondire: spesso, pertanto, senza alcun esame critico di quanto si vede. E’ stata la mia maggiore sorpresa, anche nel constatare il riscontro alle mie opere" commenta il fotografo che con questa mostra si augura  di riuscire a far aprire gli occhi, magari anche con il sorriso,  e sviluppare un po’ di senso critico di fronte a tutto quello che oggi ci viene propinato.

(A.Pagani - Rovereto 23 novembre 2013)







< Giorgio Ceriani, Le vere menzogne (dettaglio)

Scatti d'autore

Scatti d'autore

colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif banner_hotel.jpg