Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scatti d'autore

Andrija Lekic, Fukushima tragedy

Andrija Lekic, Fukushima tragedyJapan__1.jpgJapan__2.jpgJapan__8.jpgJapan__11.jpg
Barbara Codogno

L'11 marzo 2011 un terremoto di magnitudo 9.0, il più potente mai occorso in Giappone, ha colpito la costa est del Paese, provocando uno tsunami che ha devastato tutto il litorale a nordest. A ciò è seguita la fuoriuscita di materiale radioattivo dalla centrale nucleare di Fukushima Daiichi.

Questi tragici eventi hanno ucciso migliaia di persone e causato gravissimi danni a edifici, strade, linee elettriche, in particolare lungo la costa della regione di Tohoku. Nel 2011 Andrija Lekic si trova a Fukuoka in Giappone, dove decide di fermarsi come volontario e fotografa i luoghi appena devastati dal terremoto e dallo tsunami.

SENTIRE ha pubblicato in anteprima le immagini del reportage "Tohoku story after Fukushima tragedy".

Parte di questo lavoro verrà esposto in anteprima alla Biennale RicCAA 2013 dove Lekic - introdotto da Francesca Bottacin ricercatore e docente di Storia dell'arte Moderna all'Università di Urbino - partecipa come ospite fuori concorso.

Racconta Lekic: "Ho visitato la regione e ho trascorso due settimane a fotografare queste aree desertiche, che andavano via via ripopolandosi di chi cercava disperatamente di recuperare brandelli di vita, distrutta dall'enormità della catastrofe. In circostanze estreme e particolari stati emotivi la realtà ci appare sotto una nuova luce. Le cose si mostrano con un'intensità precedentemente sconosciuta, rivelandosi pregne di significato. La mia intenzione era di creare degli scatti in grado di trasfigurare in altro il contesto primario, mediante l'utilizzo di simboli arcani, come quando, dormendo, non si comprende il senso degli incubi".

Andrija Lekic nato a Belgrado (Serbia) nel 1976, si sposta a sei anni con la famiglia sulla costa montenegrina. Si trasferisce a Parigi (1999) dove inizia a fotografare e dal 2008 al 2010 studia Fotografia a Londra al prestigioso Kensington and Chelsea College.

Tra Parigi e Londra vanta diversi lavori e illustri collaborazioni come quella con l'English National Ballet e la sua prima solista Anais Chalendard (London 2009), i cataloghi per Jean Brown Antiques e Squatters Itd (London, 2009), Jean de Sey (Paris, 2010/2011); partecipa inoltre al film Joe Strummer Rock'n'Roll Library (2007).

La sua partecipazione in Italia si è resa possibile grazie a RicCAA, Biennale Internazionale di Arte e Design e politiche di sostenibilità ambientale a cura di Marisa Merlin, rassegna creata con l'idea di promuovere un dialogo fra l'uomo e l'ambiente attraverso le arti nasce.

Le immagini sono state esposte dal 26 maggio al 23 giugno 2013 negli spazi dell'Ex Macello di via Cornaro a Padova nell'esposizione di artisti e designers internazionali riuniti da Marisa Merlin a dialogare su temi di fondamentale importanza quali cultura, arte, ecologia, ambiente, riuso, sostenibilità ambientale: cuore pulsante di questa manifestazione, unica nel suo genere.

Hanno fatto da eco all'esposizione internazionale una serie di eventi collaterali ( incontri di approfondimento, spettacoli di teatro e musica, workshop curatoriali, proiezione di documentari, laboratori e visite guidate ) tra i quali le drammatiche e suggestive testimonianze fotografiche del montenegrino Andrija Lekic effettuate a Fukushima dopo la tragedia.


> Fukushima? Fukushame !

Scatti d'autore

Scatti d'autore

colore_rosso.jpg 185x190.gif google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif banner_hotel.jpg