Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Il fascino di Glorenza

Il fascino di GlorenzaGlorenza_8.jpgGlorenza_10.jpgGlorenza_5.jpgGlorenza_3.jpgGlorenza_1.jpg
proposte week-end

Armonia architettonica, vivibilità del borgo, integrità del tessuto urbano, servizi al cittadino e qualità artistico-storica del patrimonio edilizio pubblico e privato. Glorenza possiede tutti questi requisiti per cui è entrata nel circuito dei borghi più belli d’Italia (che tutela i piccoli paesi tipici dìItalia) per la sua bellezza. Ma attenzione: questo, non è mai stato un paesino. E' una città almeno dal 1300, per la precisione dal 30 aprile 1304, quando Glorenza viene nominata città dal  duca Ottone (una prima citazione del borgo risale al 1163). Trent'anni dopo è talmente cruciale negli scambi commerciali che la pesatura delle merci avviene secondo la “misura di Glorenza” che ha il monopolio del commercio del sale.

Posta  al centro della verde val Venosta, è a fue passi dal confine con la Svizzera. Questa posizione al valico la rende appetibile già in epoca romana quando fu importante crocevia lungo la Claudia Augusta e punto di sosta sulle rotti commerciali verso la Svizzera.

Le mura medievali, perfettamente conservate le ha costruite Massimiliano I per difenderla dagli elvetici che alle soglie del '500 erano scesi dai monti per distruggerla. L'aggressione del 22 maggio 1499, passa alla storia come la battaglia di Calven. Glorenza è totalmente distrutta e si narra che l’imperatore Massimilia...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg