Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Popoli

Guantanamo, le promesse di Obama

Guantanamo, le promesse di Obamaobama.jpg
Parole

Il 2014 era stato annunciato come un anno di azione: parola di Barack Obama che nel gennaio scorso aveva annunciato una dozzina di decreti già pronti e rinnovato la promessa su Guantanamo. ''La chiuderemo quest'anno" aveva solennemente promesso. Giova però ricordare che si tratta di una promessa datata, molto datata.
Nel 2009 il presidente Barack Obama firmò l’ordine esecutivo per chiudere Guantánamo, ma la struttura è ancora aperta, evidente esempio dei doppi standard adottati dagli Usa nel campo dei diritti umani.

Obama ( <  nella foto di Olivier Douliery-Pool/Getty Images) non ha dunque tenuto fede alle sue stesse parole.

"L’ordine esecutivo firmato il 22 gennaio 2009, che disponeva la chiusura di Guantánamo entro un anno, fu una delle prime decisioni assunte dal presidente Obama dopo la sua entrata in carica – ha ricordato Erika Guevara Rosas, direttrice del programma Americhe di Amnesty International - Cinque anni dopo, quella promessa e’ diventata un fallimento nel campo dei diritti umani che rischia di perseguitare il ricordo del presidente Obama, come gia’ e’ successo al suo predecessore".

A quasi 15 anni dai primi arrivi restano a Guantánamo oltre 150 detenuti, la maggior parte dei quali senza accusa ne’ processo.

Lo scorso 22 febbraio 2016 il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha tenuto una conferenza stampa per parlare del suo piano per la chiusura della prigione di Guantanamo da attuarsi entro la fine dell’anno e del secondo mandato di Obama. La prigione di Guantanamo, che si trova a Cuba, è stata aperta per la prima volta nel 2001 dopo gli attacchi dell’11 settembre e al momento ospita 91 detenuti.

Obama aveva spiegato che il mantenimento di Guantanamo, che costa circa circa 445 milioni di dollari ogni anno, non ha apportato vantaggi alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti, e ha detto che questa non è solo la sua opinione ma quella di molti esperti e di funzionari dell’esercito. Obama ha anche ricordato che che quando è stato eletto nel 2008 sia i repubblicani che i democratici erano a favore della chiusura di Guantanamo: sia George W. Bush che John McCain avevano detto di volerla chiudere.

Negli ultimi anni tuttavia il Congresso degli Stati Uniti, a maggioranza repubblicana, si è sempre opposto alla chiusura della prigione e secondo molti esperti è probabile che respinga anche la nuova proposta. Nonostante l’opposizione del Congresso, durante il suo mandato Obama è riuscito a ridurre moltissimo il numero di detenuti a Guantanamo portandolo a quello attuale di 91.
E intanto scade l'anno e termina il secondo mandato ....senza che nulla sia accaduto.

www.giornalesentire.it - ottobre 2016

Popoli

Popoli

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif