Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Hervè Falciani: ''Rifarei tutto''

Hervè Falciani: ''Rifarei tutto''falciani.jpg
L'autore della famosa lista

Rifarebbe quanto ha fatto visto che per anni ha vissuto sotto scorta? “Certamente, magari... cambierei qualcosa”. Hervè Falciani, l'uomo che con la sua "lista" ha fatto tremare il sistema bancario internazionale, è arrivato al festival dell'Economia 2015.

Molta gente per ascoltarlo alla biblioteca comunale di Trento. Molti volevano conoscere colui che ha consegnato ai media i nomi di oltre 130 mila correntisti della filiale svizzera del colosso bancario HSBC.

Falciani ha evidenziato come oggi sia possibile non pagare le tasse in modo del tutto legale, attraverso i tanti paradisi fiscali presenti nel mondo. "E' difficile non pagare le tasse illegalmente, ma è facile non pagarle legalmente" ha esordito. "L'antidoto è l'informazione". 

Così, con il suo lavoro, l'ingegnere italo-francese, nato a Montecarlo, ha messo in imbarazzo molti Paesi che, almeno inizialmente, non hanno voluto utilizzare i nomi della lista. In Italia, poche settimane fa, la Corte di Cassazione ha autorizzato l’amministrazione fiscale ad usare la "lista Falciani" come fonte di prova, rendendo più semplice perseguire gli evasori fiscali.

"Molti Paesi - ha detto Falciani - ancora non stanno ancora collaborando e permettono che le grandi aziende non paghino le tasse, a discapito di quelle più piccole che, alla fine, le pagano due volte. Per contrastare questo ci vuole più informazione e più partecipazione della gente. Le leggi non sono sufficienti - ha aggiunto - perché dentro le banche c'è chi opera per aggirarle. Il mio obiettivo principale- ha detto - è aiutare le autorità a sviluppare un metodo di difesa, per contrastare l'evasione".

Per questo Hervè Falciani ha dato vita ad una piattaforma internazionale che si propone di aiutare i “lanciatori d’allerta”, le persone che, come lui e come tanti altri decidono di denunciare le situazioni illegali di cui sono testimoni. Negli Stati Uniti li chiamano whistleblowers e sono protetti per legge. La piattaforma si chiama Pila (Plateforme internationale de protection des lanceurs d’alerte) e sta già dando i primi frutti. Falciani, proprio recentemente, è diventato consulente per la lotta all'evasione del movimento politico spagnolo Podemos e collabora con altre autorità in diversi paesi del Mondo.

"Senza l'informazione non possiamo adottare nessuna azione concreta. Dobbiamo occuparci dei punti deboli del sistema bancario e la Svizzera - ha detto - è uno di questi. Io voglio condividere la mia esperienza che può essere considerata come un'opportunità per tutti i Paesi per regolamentare meglio il settore delle tasse, coinvolgendo maggiormente i cittadini. I paradisi fiscali esisteranno sempre, fino a quando non riusciremo a togliergli il motivo per cui esistono. Solo con l'informazione possiamo combattere il segreto bancario che è all'origine dell''evasione e delle disuguaglianze".

giugno 2015

 

Persone e idee

Persone e idee

185x190.gif colore_rosso.jpg google_1.png boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif