Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Djerba - Houmt Souk cittā mercato

Djerba - Houmt Souk cittā mercatodonne_11.jpgmedenine_15.jpgDSC_0101.jpgDSC_0104.jpgdonne_8.jpg
Tunisia

Ebrei e musulmani vivono da sempre insieme. Djerba, l'isola collegata alla terraferma da un ponte costruito dai Romani, è un piccolo mondo a sè, nella grande e multiforme Tunisia.
Houmt Souk è il suo capoluogo. Qui si contratta su tutto: dal pesce alla verdura, dalle stoffe alle frattaglie di pollo. Il nome stesso di questa città significa mercato. E' il capoluogo dell'isola di Djerba e il codice della contrattazione che scorre nelle vene di ognuno dei suoi oltre 40.000 abitanti. Per loro il mercato è relazione, vita e scambio.

Colorata, vivace, affollato: il souk è uno degli angoli più pittoreschi dell’isola ed il fulcro della città. Nelle sue botteghe di stoffe i colori traboccano tra sete, cotoni e canapa tessuti a mano.
Da acquistare e portare a casa con 10 dinari al pezzo (l'equivalente di 4 euro e mezzo) gli splendidi Foutà, dei teli di cotone da utilizzare in molti modi: pareo, copri divano, tovaglia estiva.
Le botteghe di gioielli e argenti, gestite di solito dalla comunità ebraica presente sull'isola da secoli, offrono antichità e monili finemente lavorati.

Tra pellami e ceramiche si entra in un caleidoscopio di volti, mani, cose, borse ricolme di ogni mercanzia portate a spalla o in una motoretta stracarica.
Negoziare il prezzo è fondamentale ed è considerato irrispettoso non farl...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg