Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

L'infiorata di Spello

L'infiorata di Spellospello.jpgspello2.jpgspello_4.jpg
L'Italia che incanta

I suoi 9000 abitanti ne vanno fieri. Spello, in Umbria è diventato il borgo più suggestivo di inizio estate. Posta ai piedi del monte Subasio a circa 30 chilometri dal capoluogo di Perugia, è terra fertile e generosa, coltivata a cereali, viti ed olivi. Celebre il suo olio, ma a farla entrare nell'olimpo sono stati i fiori.

Da quasi 200 anni, in occasione del Corpus Domini, l’antica colonia romana di Spello si veste di colore e celebra questa festa con le famose infiorate artistiche, coloratissimi disegni realizzati con i fiori che vestono le vie del borgo.

Dal 19 al 22 giugno le tradizioni e i sapori tipici umbri, si abbinano alle infiorate alla visita a Bevagna durante la rievocazione storica del Mercato delle Gaite.

Il tutto accompagnato dalla degustazione dei prodotti tipici che rappresentano il fiore all’occhiello di questi luoghi: il Sagrantino, intenso vino da meditazione, e il famoso olio extravergine, “l’oro di Spello”.

Nella notte di sabato 21 giugno, gli spellani renderanno omaggio alla solennità del Corpus Domini, trasformando le vie del centro in un lunghissimo tappeto floreale e facendo della “notte dei fiori” la festa più colorata dell’anno.

La rievocazione medievale del Mercato delle Gaite coinvolge e anima il centro storico dell'antica Bevania grazie alla passione dei bevanati, che ancora praticano e illustrano ai viaggiatori gli antichi mestieri.

Nei caratteristici vicoli del borgo medievale le taverne propongono per l’occasione menù a tema, ma per assaporare fino in fondo il gusto di questi luoghi la soluzione ideale è la visita alla Tenuta di Castelbuono, adagiata sulle colline ricamate da vigneti tra Bevagna e Montefalco.

Prodotto tipico del territorio è il Sagrantino. Qui è entrata anche l’arte di Arnaldo Pomodoro, che nel 2012 realizzò il “Carapace”, la cantina-scultura a forma di tartaruga divenuta il simbolo della Tenuta.

Celebre anche il Frantoio di Spello, che dal 1947 fa dell’eccellenza il suo lavoro quotidiano e che è stato inserito nell’edizione 2014 della guida “Oli d’Italia” del Gambero Rosso.

L'Infiorata del Corpus Domini e la festa dell'olio, che si tengono rispettivamente nei periodi di maggio-giugno e dicembre-gennaio. Nella cittadina si trovano numerose opere di epoca romana e rinascimentale, in effetti la chiesa di Santa Maria Maggiore, la più grande di Spello, vanta splendidi affreschi del Pinturicchio, conservati nell'interna Cappella Baglioni.


Angela Pagani, 27 maggio 2014

 

Viaggi

Viaggi

banner.jpg colore_rosso.jpg viaggio_2.jpg banner_gusti.jpg banner_hotel.jpg logoViaggiareSicuri.jpg