Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Scienza e ricerca

Tra gli insetti anche specie aliene

Tra gli insetti anche specie alieneatt_778048_0.jpgLaboratorio_didattico.jpg
Ricerca con la Nasa

Sono dannosi perchè trasmettono malattie e sono inquietanti perché  non si conoscono. Agenzia spaziale americana (NASA) e Fondazione Edmund Mach di San Michele all'Adige lavorano da tempo per fronteggiare tre specie invasive che possono trasmettere pericolose malattie sia all’uomo che all’animale: zanzara tigre, zanzara coreana e zanzara egiziana.

Analizzando i dati climatici e ambientali ottenuti dai satelliti i due enti svilupperanno modelli di allerta e rischio che saranno utilizzati dai Centri di Controllo delle Malattie americano (CDC) ed europeo (EDC) per definire i rischi di diffusione e di esplosione demografica degli insetti e le strategie di lotta globale, anche in riferimento agli insetti dannosi in agricoltura come la Drosophila Suzukii. Le specie di maggior preoccupazione sia per il continente americano sia per il Trentino e l’Europa sono alcune specie di zanzare, come la tigre, la zanzara egiziana, la zanzara coreana e la zanzara comune.

“Un risultato prestigioso –spiega il dirigente del Centro Ricerca e Innovazione, Roberto Viola- che dimostra l’elevata qualità e la ricerca di San Michele, considerato il fatto che i finanziamenti Nasa sono molto selettivi. Il progetto prevede in particolare il supporto finanziario della Agenzia spaziale americana per sostenere le spese dei ricercatori americani che verranno a lavorare per alcuni mesi a San Michele”.

Promotori di questa collaborazione sono i ricercatori FEM Annapaola Rizzoli, Markus Neteler, Roberto Rosà e Matteo Marcantonio che hanno recentemente stabilito importanti alleanze scientifiche anche con l’Università di Davis in California, i Centri di controllo delle malattie americano ed europeo in tema di virus emergenti a livello globale e di specie aliene invasive.

"Di fatto queste specie, oltre a risultare particolarmente fastidiose di per se per le dolorose punture - spiega Annapaola Rizzoli - possono trasmettere importanti malattie virali pericolose per la salute umana, come la Febbre del Nilo Occidentale, la febbre di dengue e la chickungunya. Queste zanzare e le malattie da esse trasmesse hanno elevate capacità adattative con conseguente invasione di aree prima mai colonizzate anche a causa del cambiamento climatico. Ad esempio, il virus del Nilo Occidentale (originario dell’Uganda) e trasmesso dalla zanzara comune ha invaso a partire dal 1999 e in pochissimo tempo tutto il continente americano causando un elevatissimo impatto sulla salute umana (più di 40.000 casi di infezione e 1500 morti) oltre ad infettare un elevatissimo numero di animali con conseguenti ingenti danni sull’economia e sulla biodiversità".


www.giornalesentire.it - 2016

Scienza e ricerca

Scienza e ricerca

colore_rosso.jpg banner_GIF_Sentire.gif banner_hotel.jpg