Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Persone e idee

Eleonora Brigliadori ''Sono guarita curando l'anima''

Eleonora Brigliadori ''Sono guarita curando l'anima''USA_QUESTA-001.jpgmagritte.jpgUSA_QUESTA-003.jpgbrigliadori__sicilia.jpgbrigliadori_dentro.jpg
di Corona Perer

Tiene conferenze e seminari, scrive libri, dipinge, è attrice di teatro, divulgatrice scientifico spirituale. Anzi: "antroposofa" da oltre venti anni, convinta che ogni uomo, utilizzando le proprie forze spirituali sia in grado di guarire stesso. Chi la ricorda solo come il volto di Canale 5 o di lei rivede la partecipazione all'Isola dei Famosi resta ad una visione parziale, abbagliato dall'apparente. Si ferma al gossip che le hanno tessuto intorno.

Eleonora Brigliadori è in realtà un'anima generosa che coltiva un unico grande desiderio: condividere ciò che ha ritrovato a livello spirituale. Nell’intento di creare a Roma, dove vive, un gruppo stabile di persone desiderose di progredire nella conoscenza di sé stessi, il 31 gennaio scorso ha lanciato il L.A.K., un Laboratorio Artistico Kognitivo (scritto con la K) nel quale mettere in condivisione le sue ricerche con altri docenti professionisti. Attraverso la creazione di nuovi percorsi scientifico spirituali per il teatro, per le arti del movimento, le arti plastiche, la musica, l’archeosofia e altro ancora, agli strumenti di ricerca forniti dall’antroposofia possono diventare fonte di ispirazione e orientamento evolutivo.

Tra i suoi maestri spirituali cita Platone, Buddha e Cristo che però preferisce scrivere con l'h. "Penso a Christo come fulcro dell’evoluzione terrestre" e indica il 1989 come l’anno in cui, appena compiuti 29 anni, sperimentò una profonda trasformazione interiore. “Da quel momento seppi con certezza che la forza spirituale non era una Teoria ma una Pratica operativa che doveva essere cercata nella vita”. Assecondando unicamente il suo sentire interiore è riuscita a sconfessare gli psichiatri che l’avevano imprigionata, si è liberata dagli effetti nocivi dei loro psicofarmaci trovando un saldo equilibrio tanto che nel 96 è riuscita anche a superare gli anatemi medici seguiti alla diagnosi di un Carcinoma epatico per il quale i dottori le avevano dato solo sei mesi di vita.

Senza fermarsi a facili risposte, che non riuscivano a giustificare interamente la sua esperienza personale, ha intrapreso un profondo percorso di ricerca spirituale fino ad approdare nel 91 all'incontro con il pensiero di Rudolf Steiner e con l’Antroposofia. Ma, è possibile oggi guarire sé stessi? È possibile comprendere i misteri della vita? "Da quando la personalità illuminata di Rudolf Steiner ha gettato le basi della Scienza dello Spirito, queste e altre domande, che per molti appaiono ancora senza una risposta, hanno acquisito per me una via pratica che apre le porte alla conoscenza del mondo Spirituale" mi dice.

Attraverso lo studio e la pratica della meditazione Eleonora Brigliadori ha così smesso di vivere l’esperienza spirituale come un “credo adtratto” per trasformarla in “pratica operativa della vita”. In questi ultimi 20 anni per Eleonora, madre, ma anche donna di spettacolo e attrice, la vita è totalmente cambiata. Ogni cosa che realmente le interessa oggi si illumina, ai suoi occhi, di infinite nuove possibilità di sviluppo. Le abbiamo chiesto di parlarci del nuovo "corso" della sua vita.

Partiamo dal Laboratorio che hai fondato. A chi si rivolge?
Si rivolge in modo particolare a quelle persone che, sentendo il mio stesso anelito, aspirano a ritrovare le basi di una conoscenza spirituale che conduca all’esperienza diretta dello Spirito.

Quale è lo scopo?
Lo scopo è è sempre quello di divulgare la verità, come via che conduce alla vita, per permettere, a chi ancora non ha avuto accesso alle possibilità offerte da questa Conoscenza Universale, di sperimentare la propria anima fino a giungere, un giorno, al dominio del proprio io, nella più assoluta Libertà. Sono certa che alcuni di voi, hanno nel cuore lo stesso bisogno di verità che un tempo mi spinse a cercare e mi spinge oggi a testimoniare, con piena apertura e coraggio, la mia felice e costruttiva esperienza di autoconoscenza. Chi fosse interessato può scrivermi sulla mia pagina Facebook (> clicca qui). Aggiungo che tengo anche conferenze introduttive alla Scienza dello Spirito e seminari di meditazione Antroposofica accogliendo le richieste che mi giungono da piccoli gruppi spontanei di aggregazione da ogni parte d’Italia.

Nel '91 hai incontrato dopo un lungo cammino l'antroposofia. Cosa è cambiato in te?
Da quel momento non ho più avuto dubbi. Ero in grado di distinguere il vero dal falso. Potevo essere certa di aver finalmente incontrato una vera Scienza Spirituale che era in grado di spiegare tutte le esperienze che io stessa avevo fino a quel momento sperimentato, libera da condizionamenti dogmatici. Da allora le mie domande più segrete, al cospetto dei più complessi fenomeni del mondo, hanno smesso di cadere nel vuoto.

E tu che cosa hai potuto capire?
Ho compreso che ogni esperienza del mio passato mi chiedeva di cominciare ad agire affinché altri potessero condividere con gioia lo stesso cammino. Studio l’Antroposofia da oltre 20 anni, ho praticato l’Euritmia per sette anni, medito ogni giorno e ogni giorno imparo dai Maestri che guidano l’umanità, dal mondo Spirituale, e mi metto a disposizione delle loro richieste.

Come è cambiata la tua vita?
Da quando in questa vita, dopo molte ricerche nei campi più diversi, ho finalmente ritrovato la corrente Antroposofica, la mia anima ha avuto la certezza di essere giunta su di una strada maestra. Da quel momento ho cominciato a comprendere che tutte le mie domande convergevano verso lo stesso fine: la conoscenza di Dio, non come concetto dogmatico, ma come esperienza vivente individuale.

Cosa ammala l'Uomo?
Ciò che non è interamente vero, non si trasforma in vita e non costituisce la via. L’apparente, purtroppo, ci vincola ad altri e ci rende schiavi del tempo, l’Antroposofia, al contrario, rivela, ad ogni uomo, il valore della Libertà. Solo la vera Conoscenza Spirituale può condurre l’uomo verso la sua Libertà, insegnando al suo io la via operativa per farsi carico di sé stesso, alla luce di una vera Scienza Spirituale capace di costruire il proprio cammino verso il futuro.

Come si comprende la Scienza dello Spirito?
La Scienza dello Spirito va prima compresa con la ragione ascoltando le comunicazioni di chi l’ha fatta propria, poi si decide se intraprendere, o meno, il percorso di esperienza.

Cosa deve fare l'uomo per la sua felicità?
Senza conoscere l’uomo spirituale che è in noi, la nostra origine spirituale e il nostro fine ultimo, chi parla di felicità, si riferisce spesso a una momentanea sospensione dal dolore. La vera Felicità per chi invece intraprende il cammino della conoscenza diventa consapevolezza di agire per un bene comune. La sola osservazione dell’aspetto fisico materiale, proposta oggi in una visione monolaterale del mondo, genera solo dolore e tristezza. Per coloro che si interrogano profondamente sul significato del sentimento nella relazione umana, conquistare la felicità, significa al contrario riuscire a riconoscere nell’altro, il segno antico del legame tracciato dalle forze creatrici dell’Amore Universale che lo rendono, in verità, solo un diverso aspetto di te stesso.

Roma-Rovereto, 16 marzo 2014 - riproduzione riservata



> Contatta ELEONORA BRIGLIADORI

Persone e idee

Persone e idee

185x190.gif colore_rosso.jpg boccetta_gucci_bamboo_spot_2.jpg google_1.png photo.jpg banner_GIF_Sentire.gif